"Prima di tutto l'amor di Patria". A 200 anni dalla nascita del patriota Giuseppe La Masa

A Termini Imerese una conferenza per la celebrazione la nascita del Generale Giuseppe La Masa

Quando
sabato 09 novembre 2019
-prima-di-tutto-l-amor-di-patria-a-200-anni-dalla-nascita-del-patriota-giuseppe-la-masa

In occasione del bicentenario della nascita del Generale Giuseppe La Masa, si terrà a Termini Imerese (PA), sabato 9 novembre 2019 alle ore 18.00, presso la Società Operaia di Mutuo Soccorso "Generale Giuseppe La Masa" (Piazza La Masa, 2) la conferenza intitolata "Prima di tutto l'amor di Patria" dedicata a questo patriota, nato a Trabia (luogo di origine della madre), ma di famiglia paterna termitana.

Il programma della conferenza:

Saluti - Michele Maranto (Presidente Società Operaia di Mutuo Soccorso "Generale Giuseppe La Masa") e Dott. Eugenio Di Stefano (Presidente del Circolo Culturale "Stesicoro")

Relatori: Patrizia Bova (Accademia Mediterranea Euracea di Scienze, Lettere e Arti, Termini Imerese); Dott. Geol. PhD Antonio Contino (Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare, Università di Palermo) - "Le Terme d'Imera tra Geologia e Storia".

Professoressa Flora Rizzo (Vicepresidente Nazionale e Presidente della sede di Cefalù, Archeoclub d'Italia) - "Il valore dell'Associazione in ambito territoriale".

Dott. Sergio Merlino D'Amore (Presidente dellìArcheoclub d'Italia sede di Termini Imerese) - "Ambiente, sviluppo e territorio della città metropolitana di Termini Imerese".

Introduce e modera il Prof Agostino Moscato (Comitato spontaneo per lo studio delle fortificazioni militari).

Sarà presente il Dott Girolamo Di Fazio (Commissario Straordinario della Città di Termini Imerese).

Manifestazione ideata e curata dal giornalista Giuseppe Longo

Il Generale Giuseppe La Masa

Giuseppe La Masa, assieme a Rosolino Pilo, capeggiò l'insurrezione palermitana del 12 gennaio 1848, e per questo subì l'esilio. Partecipò poi all'impresa garibaldina, ricoprendo il ruolo di comandante di Compagnia. Giunto in Sicilia con "i Mille", si mise a capo delle squadre dei "picciotti" siciliani per combattere contro le armate borboniche. La notte del 26 maggio 1860 dal campo di Gibilrossa, discese a Palermo, e la mattina seguente, il 27 maggio, espugnando le barricate, entrò in città. Allo scioglimento dell'Esercito Meridionale, al trabiese La Masa, riconosciuto il suo valore nei campi di battaglia, fu inserito nei ruoli dell‘Esercito con il grado di Generale.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia