"Scavare fossati - Nutrire coccodrilli". Una mostra di Zerocalcare a Palermo

Il celebre fumettista romano porta ai Cantieri Culturali alla Zisa un pezzo del MAXXI di Roma

Quando
da sabato 26 ottobre a domenica 12 gennaio 2020
-scavare-fossati-nutrire-coccodrilli-una-mostra-di-zerocalcare-a-palermo

"Scavare fossati – Nutrire coccodrilli". Una mostra di Zerocalcare
Spazio Zac - Cantieri culturali alla Zisa
Via Paolo Gili 4 - Palermo
Dal 26/10/2019 - al 12/01/2020
INGRESSO GRATUITO

Zerocalcare e l'Armadillo

La sua matita "appuntita" ha tratteggiato l'anima inquieta di una generazione. Quella nata e cresciuta tra gli anni '80 e i '90, con l'ombra sempre più incombente del precariato e il proliferare incontrollato del web.
Dopo il debutto al Maxxi di Roma, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, la grande mostra di Zerocalcalre "Scavare fossati - Nutrire coccodrilli" fa tappa a Palermo, con un allestimento originale pensato per lo Spazio Zac dei Cantieri culturali alla Zisa.

Una striscia tratta dalla graphic novel "Macerie Prime. Sei mesi dopo"

La mostra, finanziata con risorse previste dal Patto per il Sud, è la prima personale del fumettista Michele Rech, che ha scelto il suo nome d'arte ispirandosi a uno spot televisivo. Mette insieme il lavoro grafico di Zerocalcare a partire dai primi anni Duemila, tra poster, illustrazioni e copertine, includendo circa 170 opere originali e una timeline corredata da didascalie delle opere esposte.

La copertina di "Kobane Calling", Zerocalcare

La mostra è suddivisa in quattro Sezioni, quattro aree tematiche, ognuno con caratteristiche specifiche.

  • "Pop": dedicata agli esordi sul noto blog di Zerocalcare, ed alle strisce prodotte in quei primi anni.
  • "Tribù": dedicata agli anni dell'Underground.
  • "Resistenza e Politica": in cui sono esposte opere dedicate alle vicende della vita quotidiana di Zero, e della vita italiana, alternando fatti di cronaca e politica.
  • "Non-Reportage": dedicato agli eventi di cronaca interna ed internazionale che Zero ha trattato in questi anni. 

Spazio ZAC Palermo

Promossa dal Servizio Musei e Spazi Espositivi del Comune di Palermo, realizzata dal MAXXI, Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, e co-prodotta da Minimondi, la tappa palermitana della mostra si rinnova in un’avvolgente installazione site-specific, disegnata ad hoc da Zerocalcare per gli spazi di ZAC.

La mostra ad accesso gratuito, rimarrà aperta fino al 12 gennaio 2020.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia