Festa dell'Uomo Vivo o il Gioia

Una delle più particolari di tutto il panorama religioso nazionale

Quando
domenica 21 aprile 2019
festa-dell-uomo-vivo-o-il-gioia

La festa di Pasqua che si tiene a Scicli è  una delle più particolari di tutto il panorama religioso nazionale ed internazionale. È anche per questo motivo che il Cristo Risorto di Scicli, chiamato affettuosamente 'il Gioia', ogni anno richiama miglia di turisti. Non è un caso che anche il noto cantante Vinicio Capossela gli abbia dedicato un intero dell’album 'Ovunque Proteggi' pubblicato nel 2006, brano intitolato 'L’uomo vivo'.

Il Gioia: al culmine della Settimana Santa, il giorno di Pasqua viene festeggiata la Resurrezione di Cristo, detto l'Uomo Vivo, al grido di 'Gioia'. La statua lignea del Cristo, opera settecentesca attribuita a Civiletti e custodita nella Chiesa di Santa Maria La Nova, viene portata in processione per le vie della città e fatta ondeggiare e ballare in segno di gioia per tutto il giorno, sino a tarda ora. 

L'inno alla Gioia di Vinicio Capossela



Verso le 11.00 dalla chiesa di Santa Maria la Nova esce la processione del 'Venerabile', cioè del SS. Sacramento, quando un numerosissimo gruppo di giovani s'impossessa della statua del Cristo Risorto, gridando ripetutamente tutti insieme: Gioia! Gioia! Gioia! per più di un'ora, dentro la chiesa. Si celebra chiaramente un rituale erotico fortemente marcato. Verso le 12.00 esce finalmente la bella statua lignea dell'Uomu vivo sotto una pioggia di fiori.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia