Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
 Cookie

Festival della Bellezza - Umberto Galimberti e Massimo Cacciari a Segesta

Miti e tabù. Personaggi e opere iconiche tra idee e simboli

festival-della-bellezza-umberto-galimberti-e-massimo-cacciari-a-segesta
Quando
giovedì 01 settembre 2022

Solo senza la bellezza non si potrebbe più vivere, perché non ci sarebbe più nulla da fare nel mondo.
Fëdor Dostoevskij

Un itinerario tanto affascinante quanto arricchente, che quest'anno accompagna il pubblico, attraverso scenari italiani di grande suggestione, alla riscoperta di "Miti e tabù". È infatti questo il tema della nona edizione del Festival della Bellezza, che in Sicilia farà tappa nel Cretto di Burri di Gibellina, nel Tempio e nel Teatro di Segesta e a Erice.

1 Settembre, ore 19.00 | Teatro di Segesta
UMBERTO GALIMBERTI - LA SAPIENZA GRECA

Il Teatro di Segesta ospita il filosofo Umberto Galimberti che parlerà della "sapienza greca".
"Conosci te stesso, secondo misura". L'iscrizione sul tempio di Apollo a Delfi traccia il senso dell'esistenza.
Filosofia come pathema, ricerca mai soddisfatta, inquietamente instabile; pensiero legato all'anima, la cui essenza è tensione, anelito, brama.
Il simbolo che salva l'uomo è il filo del logos. L'essere e il divenire.
"Nessun uomo entra mai due volte nello stesso fiume, perché il fiume non è mai lo stesso, ed egli non è mai lo stesso uomo".

Biglietti CLICCA QUI

1 Settembre, ore 21.15 | Tempio di Segesta
MASSIMO CACCIARI - MITO E TRAGEDIA GRECA

Il Tempio di Segesta ospita il filosofo Massimo Cacciari che parlerà del "mito e della tragedia greca".
"La specie di uomini finora meglio riuscita, più bella, più invidiata, più seduttrice verso la vita, i Greci – come? proprio loro ebbero bisogno della tragedia?"
Ambiguità, oscurità, allusività, rivelazione. Sotto la maschera del dio, nelle sentenze oracolanti il mistero dello scompenso tra il mortale e l'eterno.
L'inchiesta dell'indovino è catarsi e dissoluzione, enigma tra generazione e discendenza.
"Ora vedo che anche quel vociare tuo punta al caos. Disperazione unica, la tua, nel mondo".

Biglietti CLICCA QUI

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia