Manifesta - ReSignifications

Nell'ambito di Manifesta, la New York University organizza, ai Cantieri Culturali alla Zisa

Quando
da giovedì 07 giugno a domenica 30 settembre 2018
manifesta-resignifications
  • Location: ZAC - ZISA ZONA ARTI CONTEMPORANEE
  • Indirizzo: Via Paolo Gili 4 - Palermo
  • Quando: dal 7 Giugno al 30 Settembre 2018
  • Curatori: Awam Amkpa
  • Uffici stampa: DAVIS & CO
     

Nell'ambito di Manifesta, la New York University organizza, ai Cantieri Culturali alla Zisa – Zona Arte Contemporanee (ZAC), la mostra ReSignifications, a cura di Awam Amkpa.
Capitale della Cultura 2018, la città di Palermo ospita, da giugno a settembre, anche la nuova edizione della biennale d’arte contemporanea Manifesta, dedicata quest’anno al tema della “coesistenza”. E mai tema è stato più adatto ad un luogo che, nel corso della storia, è sempre stato un laboratorio di differenze, meta di un processo migratorio costante attraverso l’alternarsi delle dominazioni: dagli antichi Greci, Arabi e Normanni, fino alle recenti migrazioni contemporanee delle popolazioni provenienti dal Nord Africa, Sud-est asiatico e Medio Oriente, che hanno arricchito e incessantemente ridefinito l’essenza della città e della sua popolazione.

È in questo ambito che la New York University organizza, ai Cantieri Culturali alla Zisa – Zona Arte Contemporanee (ZAC), la mostra ReSignifications, a cura di Awam Amkpa. Dal 7 giugno al 30 settembre saranno esposte circa centocinquanta opere di quarantaquattro artisti contemporanei internazionali (fra cui fotografie, sculture, dipinti e video) e sei opere d’arte antica (sculture policrome raffiguranti Mori) provenienti dalla collezione Acton di Villa La Pietra a Firenze. L’esposizione si inserisce all’interno della conferenza internazionale ReSignifications: The Black Mediterranean, che si terrà sino al 9 giugno in vari luoghi della città. 

ReSignifications è un progetto iniziato a Firenze nel 2015 grazie alla New York University Firenze, a Villa La Pietra, insieme al Museo Bardini e alla Galleria Biagiotti. L’idea della mostra ha origine proprio da Villa La Pietra e prende spunto dalla collezione di sculture raffiuguranti “moretti”, appartenuta alla famiglia Acton, ritratti in posture di servitù a scopo ornamentale. Sculture che sono diventato un modo per riflettere sulle idee di cultura, identità e cittadinanza nella storia europea e nei suoi continui incontri con l’Africa e il Nuovo Mondo. Un tema quanto mai attuale in questo momento storico. 

Gli artisti, provenienti dall'Africa, dall'Europa e dalle Americhe, presenti in ReSignifications, sono stati invitati dal curatore, il nigeriano Awam Amkpa, drammaturgo, regista e produttore cinematografico, docente di Teatro e African Studies proprio ad NYU e da Ellyn Toscano, che di NYU Firenze è la direttrice, a reinterpretare le raffigurazioni dei corpi africani attraverso la fotografia, la pittura, la scultura, il video, le installazioni e le performance, e ad affrontare e ridefinire, con questi nuovi media, storie condivise e patrimoni sovrapposti. 

“E’ con grande soddisfazione – dice Toscano – che vediamo un progetto nato dalla Collezione Acton di Villa La Pietra approdare prima ad Harvard e ora a Palermo. Siamo davvero grati al Sindaco Leoluca Orlando che ci ha invitato a partecipare alle manifestazioni previste per Palermo Capitale Italiana della Cultura e Manifesta. Speriamo che questo lavoro contribuisca ad una migliore e più profonda comprensione della diaspora africana, nel corso della storia e contemporanea, e agli scambi fra le sponde del Mediterraneo”. 

I nuovi “moretti” rappresentati nella mostra di Palermo, nei panni di acclestiasti e politici, santi e soldati, schiavi ed esploratori, porteranno il visitatore a riflettere sui temi di cultura, identità, razza, cittadinanza e rappresentazione nella storia europea e nei suoi continui incontri con l’Africa e gli Stati Uniti. 
Tra gli artisti che vedremo in mostra citiamo Kiluanji Kia Henda, Deb Willis, Lyle Ashton Harris, Omar Victor Diop, Peju Alatise, Zanele Muholi e gli italiani Riccardo Cavallari, Alessandra Capodacqua, Patrizia Maimouna Guerresi e Alessandra Ragionieri. 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia