Spazio Libro d'Artista

Catania

Quando
da martedì 24 febbraio a sabato 21 marzo 2009
Presso Palazzo Manganelli a Catania Spazio Libro d’Artista, 120 Bookworks della collezione Spazio Libro d’Artista. Una panoramica degli ultimi 40 anni. Orario: per appuntamento. Ingresso libero.Inaugurazione  Martedì 24 Febbraio 2009 alle ore 18.30. Curatori: Antonio Freiles.

Autori: Vincenzo Agnetti, Federica Agosta, Mara Agosta, Giovanni Anselmo, Horst Antes, Ida Applebroog, Edmondo Bacci, John Baldessari, Gianfranco Baruchello, Joseph Beuys, Mel Bochner, Alighiero Boetti, Christian Boltanski, Louise Bourgeois, Marcel Broodthaers, Sophie Calle, Luciano Caruso, Maurizio Cattelan, Giusppe Chiari, Henri Chopin, Francesco Clemente, Pietro Consagra, Enzo Cucchi, Iginio De Luca, Niki de Saint Phalle, Sonia Delaunay, Fortunato Depero, Mario Diacono, Jim Dine, Jean Dubuffett, Antonio Freiles, Marco Gastini, Gilbert & George, Eugen Gomringer, Douglas Gordon, Antonella Grandini, Ezio Gribaudo, Ian Hamilton Finlay, Dick Higgins, Damien Hirst, David Hockey, Jasper Johns, Allen Jones, Asger Jorn, Allan Kaprow, Barbara Kruger, La Monte Young, Sol Le Witt, Richard Long, George Maciunas, Anna Maiorano, Piero Manzoni, Hansjorg Mayer, Paul Mc Carthy, Mario Merz, Eugenio Miccini, Aleksandra Mir, Bruno Munari, Bruce Nauman, Claes Oldenburg, Yoko Ono, Luigi Ontani, Julian Opie, Mimmo Paladino, Giulio Paolini, Paolo Parisi, Martin Parr, Giuseppe Penone, Peter Fischli & David Weiss, Tom Phillips, Lamberto Pignotti, Michelangelo Pistoletto, Richard Prince, R.A.Penk, Jean-Pierre Raynaud, Pipilotti Rist, Dieter Roth & Arnulf Rainer, Ed Ruscha, Roberto Sanesi, Lucia Sapienza, Diet Sayler, Emilio Scanavino, William Serra, Ettore Spalletti, Daniel Spoerri, Telfen Stokes, Wolfang Tillmans, Joe Tilson, Jean Tinguely, Rosemarie Trocker, Richard Tuttle, Franco Vaccari, Ben Vautier, Jan Vercruysse, Luigi Veronesi, Wolf Vostell, Andy Warhol, Lawrence Weiner.
Note: testo di Mario Bertoni

Una ricognizione sull'uso del termine libro d'artista e sulla sua fortuna critica nel corso del tempo, da momento che questa si viene facendo insieme al suo oggetto e ne costruisce la storia parallelamente alla sua intelligibilità. Quando nel 1971 compare in lingua inglese il testo di Celant Book as artwork Libro come lavoro d'arte siamo in piena esplosione-espansione dei mezzi d'informazione (televisione, radio, xerox, strumenti elettronici, video-tape, telescrivente, computer, fotografia), assistiamo, direttamente o indirettamente, a una vasta diffusione del pensiero di McLuhan soprattutto per la sua capacità di evidenziare quanto e come l'innovazione tecnologica riesca a modificare l'immaginario collettivo e di conseguenza i canoni e il gusto estetici, infine ci troviamo nel bel mezzo di quelle esperienze artistiche che si sono dette Conceptual Art, Artforum, Processual Art, Arte povera, Fluxus, le quali utilizzano a piene mani ed esaltano tutti i media esistenti, 'sia biologici che tecnologici, da non intendersi però come mezzi per un discorso 'altro', ma come media autosignificanti'…
Info
Palazzo Manganelli - Spazio libro d'artista
Piazza Manganelli, 16 - Ct
Tel. 095 321038 - Fax 095 321038

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia