XIII Festival di Musica Antica di Gratteri

Organizzato e promosso dall’Associazione MusicaMente e dal Comune di Gratteri

Quando
da martedì 27 agosto a venerdì 30 agosto 2019
xiii-festival-di-musica-antica-di-gratteri

Il Festival di Musica Antica di Gratteri, giunto alla XIII edizione, è organizzato e promosso dall’Associazione MusicaMente e dal Comune di Gratteri. La scelta culturale che sta alla base di quest’iniziativa è quella di coniugare musica di qualità e promozione del territorio, attraverso un percorso che offre l’opportunità di ascoltare ed apprezzare alcune tra le più belle partiture di musica antica e barocca e di conoscere e riscoprire luoghi storici e suggestivi del Parco delle Madonie.

Il Festival quest'anno presenta un’ importante novita' : il gemellaggio con il Festival “Le vie del Barocco” che si svolge in sedi storiche e prestigiose del centro delle città di Genova, Savona e Rapallo. I concerti saranno eseguiti in luoghi diversi di particolare interesse storico, tra i quali emergono la trecentesca Matrice Vecchia, costruita per volere della nobile famiglia Ventimiglia, ed il convento della Chiesa intitolata a S. Maria del Gesù, edificata nel 1150, che oggi è sede del Comune.

L’edizione del 2019 punta ancora una volta ad un programma di assoluta eccellenza artistica, che vede la partecipazione di importanti esecutori internazionali dai prestigiosi curriculum concertistici. Il programma del Festival, diretto da Paolo Rigano, si snoda attraverso tre concerti che si terranno il il 27, 29 e 30 Agosto 2019. Il repertorio comprende musica dal primo rinascimento sino al tardo barocco, eseguita con strumenti antichi, suonati con la tecnica e la prassi esecutiva dell’epoca.

Programma
Martedì 27 Agosto

Ore 21.00 - Matrice Vecchia - Gratteri - Concerto di Chiara Zanisi e l’Arianna Art Ensemble, un viaggio intorno al repertorio violinistico del barocco italiano. 

Giovedì 29 Agosto
Piazza Monumento - Il cantautore Alfio Antico, con lo spettacolo “La voce del tamburo”, per voce e tamburi. Alfio Antico è considerato una leggenda vivente nell’ambito della worl music : le sue liriche, la sua voce, la sua mano sul tamburo formano uno strumento musicale unico. Non esistono in lui virtuosismi fini a se stessi; la sua esibizione è la rappresentazione fedele di se stesso e del suo mondo ancestrale, mai passato. I suoi racconti sono protagonisti, il suono del suo tamburo è l’alfabeto con cui costruisce la sua narrazione. Ogni tamburo rappresenta un momento della sua vita e ogni tamburo è presente in scena con la sua personalità e il suo suono unico. Da solo, solo con i suoi tamburi, tutti rigorosamente costruiti e intarsiati da lui, a mano. Un concerto che esplora l’essenza del suono arcaico. Quell’essenza unica che lo ha reso famoso in tutto il mondo e che ancora oggi dopo 40 anni di carriera gli da la forza per continuare incessantemente la sua “transumanza” musicale.

Venerdì 30 Agosto
Chiesa di Santa Maria di Gesù -  Concerto dell’Ensemble Collegium Pro Musica - con Stefano Bagliano, flauto e maestro di concerto, Fabiano Martignago, flauto, Angelica Selmo, clavicembalo. Il concerto dal titolo “Trittico Barocco”, che prevede l’esecuzione delle piu belle pagine di Handel, Bach e Vivaldi. L’ensemble Collegium Pro Musica - fondato nel 1990 e diretto dal flautista Stefano Bagliano, è una formazione specializzata nel repertorio musicale barocco, eseguito secondo lo stile dell'epoca e con l'uso di copie di strumenti originali, con un organico che varia dal Trio all'Orchestra da Camera.

Info
Evento su Facebook

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia