Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

''Cittadinanze'': a Palermo nasce un giornale per i nostri ''stranieri''

Un giornale necessario, che copre un grande ''buco informativo''

11 luglio 2008

E' stato presentato ieri alla stampa, nella sala consiliare di Palazzo delle Aquile di Palermo, il periodico mensile "Cittadinanze", interamente dedicato alle popolazioni immigrate che vivono nel territorio del capoluogo siciliano. Alla presentazione hanno preso parte l'assessore alle Attività sociali e Pari Opportunità del Comune di Palermo, Giampiero Cannella, il presidente del Consiglio comunale, Alberto Campagna, la coordinatrice dei servizi socio assistenziali, Maddalena Diliberto, il responsabile del Centro studi e documentazione sulle Migrazioni, Roberto Mazzarella e il cronista di giudiziaria del Giornale di Sicilia, Riccardo Arena, in rappresentanza del consiglio regionale dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia. Presenti anche i giornalisti Tony Gaudesi e Michelangelo Milazzo, rispettivamente direttore e condirettore della testata.
Il giornale, 12 pagine e 5000 copie di tiratura iniziale, avrà cadenza mensile e mira a dare voce ai bisogni e ai problemi delle cento e passa comunità straniere risiedenti in città, per coprire quello che il presidente dell'Ordine dei giornalisti di Sicilia, Franco Nicastro, definisce "un buco informativo", in una intervista rilasciata per il numero d'esordio.

Nell'articolo di apertura di "Cittadinanze" anche diversi dati che in maniera chiara illustrano quanto sia, veramente, necessario riempire il "buco informativo" di cui parla Nicastro. Infatti gli stranieri di Palermo sono sempre più italiani. Il trend delle nuove cittadinanze acquisite dagli immigrati sembra aver messo il turbo. Negli ultimi quattro anni circa 524 carte di identità in tasca agli stranieri presenti nel Capoluogo siciliano portano la scritta cittadinanza italiana. E tra queste 80 sono fresche di inchiostro. Altrettanti immigrati residenti all'ombra del Monte Pellegrino sono diventati, infatti, cittadini del Belpaese nel trimestre gennaio-marzo appena trascorso. I numeri: 48 nuovi cittadini italiani nel 2004, 116 nel 2005, 136 nel 2006, 224 nel 2007. E ottanta, appunto, da gennaio a marzo di quest'anno, quasi il doppio, cioè di tutto il 2004.
Una crescita avvenuta soprattutto grazie ai matrimoni misti, spesso anche di convenienza, "un pericolo", questo, contro cui è sceso il Consiglio di Stato, con una sentenza che tende a mettere nuovi, e spesso insormontabili, paletti al fenomeno.

Insomma, da questo primo numero si capisce perfettamente cosa "Cittadinanze" vuole essere: non un giornale siciliano per stranieri, ma un giornale che parla agli stranieri che in Sicilia sono, e devono, sentirsi a casa propria convivendo equanimemente con chi in Sicilia c'è sempre vissuto.
"Cittadinanze"
è realizzato dalla casa editrice palermitana Mito Press, in stretta collaborazione con il Centro studi sulle Migrazioni del Comune e con il contributo di Banca Nuova. La Mito Press vanta una discreta esperienza nel settore, avendo realizzato per anni il mensile "Siciliaoltreoceano", spedito alle comunità sicule sparse per il mondo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 luglio 2008
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE