Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

''CTArtegiovani 2006''. A Catania un progetto per far proliferare la giovane arte e migliorare la Città

07 novembre 2005

Che Catania sia una città letteralmente straripante di entusiasmo artistico è cosa risaputa dagli addetti ai lavori, ma forse non a tutti nota. A testimonianza della vitalità dell'ambiente artistico catanese, il significativo successo di pubblico riscosso dalla conferenza stampa tenutasi sabato mattina, nel Refettorio piccolo dell'ex Monastero dei Benedettini, dall'Assessore alla Cultura e alle Politiche Scolastiche del Comune, Giuseppe Maimone.
''Credo nel dialogo e nel confronto - ha esordito l'Assessore, ringraziando per l'accoglienza la direttrice delle Biblioteche Riunite Civica e A. Ursino Recupero, Rita Carbonaro -, non mi sono mai piaciute le scelte imposte dall'alto''. E l'incontro, dedicato all'ambizioso progetto ''CTArtegiovani 2006'', si è subito trasformato in un franco e propositivo scambio di idee fra le nuove leve degli operatori culturali (artisti, musicisti, letterati) e i rappresentanti di alcune fra le massime istituzioni didattiche e culturali cittadine.
In particolare, hanno fatto sentire la propria voce, in apprezzati interventi, insigni docenti, quali il neo Preside della Facoltà di Lingue, Nunzio Famoso; i presidi dell'Istituto Statale d'arte, Bianca Boemi, e del Liceo Artistico, Giovanni Previtera; e ancora Tano Brancato, su delega del Direttore dell'Accademia di Belle Arti, Enzo Indaco.

Oggetto della discussione le linee programmatiche esposte da Giuseppe Frazzetto, anch'egli docente dell'Accademia e ideatore del progetto, di un'ampia serie di iniziative indirizzate a promuovere la produzione culturale giovanile.
''CTArtegiovani 2006'' parte dalla constatazione che la questione giovanile è anche e soprattutto una questione relativa alla fruizione nonché alla produzione della cultura.
Nella sua relazione Frazzetto ha ricordato che Catania è una delle poche città meridionali dotate di tutte le istituzioni dedicate alla formazione culturale e artistica, a tutti i livelli. Città universitaria fra le più antiche, Catania è sede di prestigiose Facoltà umanistiche; più recentemente, la città è riuscita a dotarsi delle Istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale, cioè Accademia di Belle Arti ed Istituto Musicale. A queste istituzioni vanno poi aggiunte quelle scolastiche (come i Licei Classici, Scientifici, Linguistici, il Liceo Artistico e l'Istituto d'Arte).
Questo amplissimo ambito fa del resto riferimento non solo alla città e non solo alla provincia, ma si pone come polo d'attrazione per studenti di varie fasce d'età provenienti da molte province isolane, per cui nei fatti Catania è al centro di un enorme ''polo metropolitano studentesco'' riferito all'intera area orientale siciliana.

''Preso atto - ha sottolineato l'Assessore Maimone - di quest'importantissimo elemento, finora non adeguatamente considerato, l'Assessorato intende operare per individuare i possibili modi di un raccordo di tutte queste realtà: una sinergia che, rispettando nel modo più attento le specificità ed i livelli propri di ogni singola istituzione, permetta di operare per il reciproco potenziamento delle chance didattiche e produttive per la cultura''.
Si è dunque parlato dell'esigenza di ancorare alla realtà territoriale la produzione giovanile, ma anche della necessità che tutte le iniziative abbiano riscontro rispetto alla platea nazionale e, se del caso, internazionale, mediante accordi e convenzioni con le strutture espositive, concertistiche, ecc., pubbliche e private (soprattutto universitarie) di altre città italiane.
A breve, d'altra parte, verrà lanciato un grande sondaggio nelle scuole e nelle Università, allo scopo di comprendere quali siano gli effettivi desideri e bisogni culturali dei giovani. A dare voce, sia pure sinteticamente, a queste istanze, hanno provveduto tre giovani artisti ormai affermati, ossia Enrico Salemi (il talento a cui si deve l'immagine attualmente in copertina sulle ''Pagine Bianche''), nonché Piero Zuccaro e Giuseppe Puglisi del ''Gruppo di Scicli''.
Nel corso della vivace mattinata si sono poi presentate due iniziative di cui nei prossimi giorni verranno precisati i termini, cioè ''Primaserata - Creatività under 25'', un concorso riservato appunto ai giovani pittori, scultori, musicisti e letterati sotto i 25 anni; e ''Decoburò'', una proposta creativa per un nuovo modo di intendere gli spazi della burocrazia.

Caterina Andò

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 novembre 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia