"Davamo soldi a tutti"

Gianni Lapis, il tributarista coinvolto nell'inchiesta che vede imputato il ministro Romano: "Davamo soldi a tutti, sinistra e destra. E anche a quelli dell'antimafia"

19 ottobre 2011

"Davamo soldi a tutti: ai vari onorevoli del centro, della sinistra e della destra". Ammette di avere finanziato la politica, ai microfoni dei giornalisti Walter Molino e Stefano Bianchi, il tributarista Gianni Lapis, presunto prestanome del sindaco mafioso di Palermo Vito Ciancimino, recentemente condannato a due anni e otto mesi.
Lapis, oltre all'indagine sul riciclaggio del tesoro di don Vito, compare nell'inchiesta per corruzione aggravata che vede indagati il ministro dell'Agricoltura Saverio Romano, il senatore del Pdl Carlo Vizzini e l'ex governatore siciliano Salvatore Cuffaro.
Il tributarista, secondo l'accusa, avrebbe pagato delle tangenti agli indagati in cambio di favori per la società Gas di cui era amministratore delegato. Lapis ha ammesso di aver consegnato denaro a Romano specificando che si trattava di un contributo elettorale. "Parliamo solo di Romano - ha detto nell'intervista rilasciata ai due giornalisti, di cui è possibile ascoltare il sonoro sul sito di Santoro www.serviziopubblico.it - ma i soldi li davamo a tutti". Lapis esclude, però, che Romano possa averlo favorito: "Le mie attività - ha spiegato - si riferiscono al '99, mentre lui viene eletto nel 2001""I soldi - ha concluso sibillino - posso averli dati anche ad altri soggetti del Pd o a presidenti delle commissioni antimafia, soggetti corretti e idonei a sostenere le necessità della Sicilia".
Sul sito è possibile vedere un'inchiesta su tutte le vicende giudiziarie del ministro Romano accusato, oltre che di corruzione aggravata, di concorso in associazione mafiosa. [Corriere del Mezzogiorno]

- "Rilevanti" intercettazioni (Guidasicilia.it, 15/10/11)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

19 ottobre 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia