"L'attività del Policlinico va avanti senze limitazioni"

Dall'incontro tra l'assessore alla Salute, Massimo Russo, e il direttore del Policlinico di Messina Giuseppe Pecoraro

03 settembre 2010

L'assessore regionale per la Salute, Massimo Russo, ha convocato ieri in assessorato il dirigente generale dell'azienda Policlinico di Messina, Giuseppe Pecoraro dopo le vicende che hanno riguardato il Policlinico di Messina: dal litigio tra due medici in sala parto, che ha già provocato i primi provvedimenti disciplinari, alla denuncia di un presunto caso di malasanità che avrebbe causato la morte di una donna di 60 anni, al caso della donna che avrebbe partorito nel bagno della sua stanza, senza assistenza medica.
"Una serie di episodi che hanno gettato grave discredito sull'immagine del sistema sanitario siciliano - ha detto Russo - a cui ha fatto seguito il rapporto dei Nas che nel corso della loro ispezione di ieri hanno rilevato gravi carenze igieniche, sanitarie e strutturali".

"Ho consegnato all'assessore Russo i verbali relativi all'ispezione dei Nas disposta dal ministro Fazio. I rilievi attengono soprattutto a problemi di manutenzione ordinaria dei reparti e solo in qualche caso sono di natura strutturale, logistica e organizzativa. Di nessun reparto è stata disposta la chiusura, pertanto l'attività del Policlinico va avanti senza alcuna limitazione o interruzione". Lo ha reso noto Giuseppe Pecoraro.
I carabinieri del Nas, mercoledì, a seguito delle denunce presentate da alcuni pazienti, hanno eseguito una serie di controlli, riscontrando diverse "criticità", in 12 reparti del nosocomio (LEGGI). "I rilievi dei Nas - ha aggiunto - sono sicuramente importanti, tanto è vero che già da qualche mese avevamo individuato le carenze segnalate e di conseguenza avevamo avviato tutte le iniziative necessarie. Infatti con delibera del 29 luglio 2010 abbiamo aggiudicato alla ditta Proget srl di Messina lavori di manutenzione ordinaria di edifici e servizi dei vari padiglioni dell'Azienda per un importo complessivo di 139.400, 77 euro".
"Con delibera n. 564 dell'8 luglio 2010 - ha aggiunto Pecoraro - abbiamo affidato alla ditta Edilsicula di Brolo lavori di manutenzione ordinaria di infissi, porte in legno e alluminio, finestre e vetrate in alluminio, persiane e avvolgibili, zanzariere, forniture e collocazione di vetri, controsoffitti, tende a bande verticali, opere in ferro, maniglioni antipanico per porte per un importo complessivo di 141.998,82. Abbiamo aggiudicato al raggruppamento temporaneo d'imprese Bavero - Health Projects Spa- Hill-Rom Spa, per un totale di 1.618.670,88 euro, la fornitura di arredi sanitari per le stanze di degenza. Inoltre già il 27 luglio scorso avevo presentato agli operatori del Policlinico e alla stampa cittadina il cronoprogramma degli interventi di manutenzione straordinaria che ridefiniranno l'assetto logistico delle varie unità operative".
"L'assessore - ha concluso il dirigente generale del Policlinico di Messina - ha preso atto sia di quanto rilevato dai Nas sia delle iniziative già assunte dall'Azienda, sollecitandomi a responsabilizzare tutti gli operatori a essere partecipi del processo di cambiamento già avviato. Ho informato le autorità competenti sui fatti che volta per volta ho ritenuto potessero essere di particolare interesse per la magistratura. Inoltre voglio rassicurare il preside della facoltà che continuerò il mio lavoro con la determinazione di sempre, perché sono convinto di poter contare su tanti che in città hanno reale voglia di cambiamento".

[Informazioni tratte da Ansa, Adnkronos/Ing, La Siciliaweb.it]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 settembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia