Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

«La "scuola delle donne" nel mondo greco»

Presso il Real Albergo dei poveri di Palermo una tavola rotonda su "dimensione femminile e trasmissione della conoscenza"

14 febbraio 2017
«La ''scuola delle donne'' nel mondo greco»

Quale spazio era riservato al sapere, nell’universo femminile antico? E quali "saperi" del femminile erano considerati importanti e socialmente accettabili nella Grecia antica?

Domani, mercoledì 15 febbraio 2017, si terrà alle ore 16.30 presso il Real Albergo dei Poveri la tavola rotonda sul tema "La scuola delle donne nel mondo greco. Dimensione femminile e trasmissione delle conoscenze nel mondo greco: una riflessione tra passato e presente" organizzata dal Centro regionale per il Catalogo e la Documentazione in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale.
Introdotto dall’archeologa Caterina Greco, Direttore del CRICD, l’incontro, che si baserà sull’intervento di Flavia Frisone, docente di Storia greca, Antichità e Geografia storica del mondo antico presso l’Università del Salento e Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici "Dinu Adamesteanu" di Lecce, è rivolto a esplorare un tema poco conosciuto al grande pubblico quale il sistema educativo femminile e il rapporto tra donna e organizzazione del sapere nel mondo classico.

Nel corso della discussione, che coinvolgerà alcune delle principali protagoniste del mondo femminile contemporaneo - da Valeria Ajovalasit, presidente nazionale Arcidonna, a Fiorella Palumbo, dirigente tecnico dell'Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia e infine a Lina Prosa, drammaturga nonché promotrice del "Progetto Amazzone" - verranno indagate luci ed ombre nel ruolo delle donne nella trasmissione del sapere e della cultura, un aspetto fondamentale per il riconoscimento del contributo svolto dal mondo femminile ieri come oggi. Sfatando gli stereotipi in voga sino a qualche decennio fa, la discussione proporrà un’idea nuova e diversa della donna nell'antichità, il cui ruolo non era necessariamente relegato all’ambiente familiare e domestico. Ma, nel filo del confronto fra passato e presente, ci si interrogherà sulla effettiva capacità di elaborazione e condivisione di un pensiero e un metodo "femminile" nella gestione e trasmissione dei sistemi del sapere, solitamente relegati ai margini di competenze convenzionalmente demandate agli uomini.

Il dibattito verrà coordinato dalla giornalista Marina Turco, redattrice di TGS. L’iniziativa, che ha valore di esperienza formativa per gli operatori del mondo della scuola secondaria, è rivolta a studenti e docenti delle scuole e dell’università e vuole essere occasione di approfondimento culturale diacronico fra mondo classico e contemporaneo.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 febbraio 2017
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE