Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

"La Storia nella Storia" di Santa Maria di Licodia (CT)

Parte un tour virtuale per conoscere l'archeologia e il territorio di Santa Maria di Licodia

04 maggio 2021
''La Storia nella Storia'' di Santa Maria di Licodia (CT)
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Da mercoledì 5 maggio - con una diretta inaugurale Fb alle 17.30 sulla pagina della Soprintendenza dei Beni culturali di Catania - è possibile visitare il patrimonio archeologico e la ricca storia di Santa Maria di Licodia, comune della cintura catanese, attraverso un virtual tour, realizzato con la consulenza scientifica della Soprintendenza dei Beni Culturali di Catania, reperibile sul sito www.santamariadilicodia-mostravirtuale.it

Cratere a campana a figure rosse (Sileno di ritorno dalla caccia che viene accolto da un piccolo Pan danzante)

L'esposizione, ampiamente documentata da una ricca galleria fotografica, illustra con dovizia di particolari oltre 30 reperti archeologici dettagliatamente descritti e fotografati anche con ricorso alla tecnica tridimensionale. La mostra, che era stata allestita nei locali del Comune, è stata trasformata in un viaggio virtuale che ci accompagna anche alla scoperta della storia e dei monumenti della Città a partire dalla Sala dei codici e dal Lapidarium.

Cista bronzea a cordoni (recipiente da mensa usato per contenere vino o altri liquidi)

All'incontro inaugurale saranno presenti: l'assessore dei Beni Culturali Alberto Samonà, l'assessore delle Infrastrutture Marco Falcone, la Soprintendente dei Beni Culturali di Catania Donatella Aprile, il sindaco del comune di Santa Maria di Licodia Salvatore Mastroianni e l'assessore ai Beni culturali Mirella Rizzo, il parroco e già direttore del Museo diocesano di arte sacra di Catania Santo Salamone, la docente di scienze umanistiche dell'Università di Catania e già Soprintendente Rosalba Panvini, la dirigente della Soprintendenza di Catania Laura Maniscalco insieme a Maria Teresa di Blasi e Angela Merendino.

Statuina di sfinge

L'utilizzo del digitale ha reso possibile ampliare i contenuti della mostra, trasformandola in un vero e proprio viaggio alla scoperta dell'archeologia e nella storia di Santa Maria di Licodia, sulla base di contenuti scientifici elaborati a cura della Soprintendenza dei Beni Culturali di Catania.
La mostra ruota intorno a un nucleo di materiali archeologici rinvenuti negli anni Cinquanta del '900 nell'area della necropoli e dell'abitato dell'antico centro indigeno di Civita.

Parte superiore di statuetta di negro

La galleria fotografica dei reperti esposti - che comprende circa 30 pezzi tra vasi e terrecotte - è accompagnata da schede descrittive e, per quelli di maggior interesse ed impatto (5 manufatti su cui spicca una cista bronzea di notevole importanza per la rarità del ritrovamento), dalla ricostruzione in 3D. I reperti sono stati modellati seguendo le indicazioni archeologiche ricostruttive della responsabile incaricata dalla Soprintendenza, Angela Merendino.

Il Comune di Santa Maria di Licodia ha origine dall'omonimo monastero benedettino del XII secolo. Il paese, però, ha una storia antica; ne sono testimonianza i reperti archeologici rinvenuti nella zona, attribuiti ad insediamenti siculi, greci, romani, bizantini, arabi e normanni.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 maggio 2021
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE