Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

''Marchionne salva Termini Imerese''

Fiorello risponde agli operai Fiat siciliani e rivolge un appello all'amministratore delegato di Fiat

12 febbraio 2010

Agli operai di Termini Imerese
Ho letto i vostri appelli e, da padre di famiglia, per di più siciliano, sono molto colpito, non solo dalla situazione di Termini Imerese, ma anche dal ruolo che mi state attribuendo, che va oltre, purtroppo, le mie possibilità di artista.
Rispondo solo ora perché la questione è seria, e seria e meditata volevo fosse una mia risposta. Volevo essere certo di fare la cosa giusta, evitando anche di prendere posizioni demagogiche che non credo, a questo punto, servano a nessuno.
"Fiorello interrompi la pubblicità". A dirsi è semplice, ma anche volendo non potrei farlo. Senza contare che gli spot sono già stati registrati, e sono di proprietà esclusiva della Fiat. Cosa faccio, chiamo Marchionne al telefono e gli dico "interrompi la pubblicità perché devo dare un segnale forte"?
Servirebbe a qualcosa? Aiuterebbe gli operai di Termini Imerese? Se la Fiat mi usa come testimonial vuol dire che aiuto a vendere qualche auto in più. Quindi, non facendo pubblicità, possiamo dire che danneggerei la Fiat? E quindi, indirettamente, altri operai? Il segnale lo stiamo mandando adesso. Voi che mi avete scritto su Facebook, io che sto rispondendo.
Qualcuno dirà che è una scelta di comodo?Io spero che, al di là delle opinioni personali, venga rispettata la mia decisione di fare semplicemente il mio mestiere, aiutando magari a far vendere più macchine nella speranza che anche altri operai non abbiano questi problemi.
Ai vertici dell'Azienda, a Confindustria, al Governo, a chi può e deve risolvere questa grave situazione dico: capisco le logiche aziendali che portano, talvolta, a tagliare i rami secchi per salvare tutto un albero. In questo caso, però, i rami sono persone, sono famiglie che non avranno più uno stipendio. Ci sono due anni di tempo prima della chiusura annunciata dello stabilimento. Caro Sergio Marchionne, anni fa hai salvato la Fiat da una situazione difficile. Ora salva Termini Imerese!!
Da parte mia, vi prometto che sarò portavoce delle vostre istanze nei confronti della Fiat e non smetterò di tenere accese le luci su Termini Imerese.

Rosario Fiorello

Questa che avete letto è la risposta che lo showman Fiorello ha voluto lasciare nel sul suo sito agli operai di Termini Imerese, che in questi giorni a lui si sono rivolti in quanto testimonial della Fiat e in quanto siciliano (LEGGI).

Intanto Marchionne offre al governo la "piena disponibilità su Termini" - "La Fiat offre la propria piena disponibilità a collaborare con il Governo per garantire il futuro dello stabilimento di Termini Imerese". E' quanto scritto in una lettera inviata dall'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, al ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola, con la quale il Lingotto ribadisce il proprio impegno a trovare una soluzione allo stabilimento siciliano di Termini, quando questo cesserà la produzione di automobili alla fine del 2011, anche nell'ipotesi di una riconversione nel settore dell'automotive.

"Le confermo la nostra totale disponibilità a collaborare come già sta avvenendo nel Gruppo di lavoro in corso al ministero per valutare, nel rispetto dei reciproci ruoli, il tipo di supporto che il Gruppo Fiat può dare in relazione alle diverse iniziative che verranno presentate al tavolo", scrive Marchionne a Scajola, il quale sottolinea di apprezzare "l'impegno di Fiat ribadito nella lettera del dottor Marchionne" e ricorda che "il Gruppo di Lavoro del ministero, coadiuvato dall'advisor Invitalia, sta esaminando in stretta collaborazione con la Regione Siciliana la decina di manifestazioni di interesse già pervenute ed è pronto ad accoglierne di nuove".
"Vorrei innanzitutto esprimerle l'apprezzamento mio personale e quello di tutta la Fiat", ha scritto ancora Marchionne al ministro, "per lo spirito di collaborazione con cui si sta affrontando il futuro dei lavoratori di Termini Imerese. Credo che il ruolo del Gruppo di Lavoro creato dal ministero sia di importanza fondamentale per individuare la migliore soluzione possibile quando cesserà la produzione di automobili a fine 2011. Desidero ribadire con forza che l'obbiettivo al quale lavoriamo ci vede uniti in uno sforzo comune: favorire la creazione di un progetto alternativo che sia serio e credibile e che dia prospettive occupazionali durature a tutti i nostri lavoratori". A questo scopo, ha proseguito il manager, "la Fiat intende assumere pienamente la propria parte di responsabilità. Abbiamo annunciato la decisione su Termini con trenta mesi di anticipo proprio per lasciare un ampio margine di tempo al necessario processo di riconversione".
Confermando la disponibilità a collaborare con il Governo su Termini, Marchionne ha ricordato che "siamo anche pronti a mettere a disposizione lo stabilimento a fronte di un piano che vada nella direzione da tutti auspicata, quella del mantenimento dei posti di lavoro. So che le Organizzazioni sindacali considerano prioritarie, tra le varie alternative possibili, quelle iniziative industriali che abbiano una spiccata vocazione automobilistica"."Colgo questa occasione" , ha concluso infine l'amministratore delegato, "per assicurarle che la disponibilità e la collaborazione della Fiat saranno le stesse, anche in questa eventualità".

"Apprezzo l'impegno del Gruppo Fiat ribadito nella lettera del dottor Marchionne", ha commentato il ministro Scajola, ricordando che "il Gruppo di Lavoro del Ministero, coadiuvato dall'advisor Invitalia, sta esaminando in stretta collaborazione con la Regione siciliana la decina di manifestazioni di interesse già pervenute ed è pronto ad accoglierne di nuove. Abbiamo a disposizione il tempo sufficiente per studiare una soluzione seria, in grado di assicurare al polo di Termini Imerese un futuro industriale e occupazionale. Confido in una soluzione positiva", ha concluso il ministro. [ANSA]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

12 febbraio 2010
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia