Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

''Muri di Sicilia''. Una mostra di Enrico Grieco all'interno del ''Sabìr: Circolo Mediterraneo di Conversazione''

24 giugno 2005


Enrico Grieco

''Muri di Sicilia''
Una piccola selezione delle immagini realizzate nel corso degli ultimi anni in terra di Sicilia
Chiesa di Sant'Agata - Giardini Iblei, Ragusa
dal 24 al 26 giugno 2005
ingresso libero
 
Nell'ambito del ''Sabìr Festival, Circolo Mediterraneo di Conversazione'', che si terrà a Ragusa Ibla, Modica e Scicli fino al 26 giugno 2005, col contributo della Facoltà di Lingue e Letterature straniere dell'Università di Catania, l'artista, fotografo e performer, Enrico Grieco terrà la mostra ''Muri di Sicilia''; una piccola selezione delle immagini da lui realizzate nel corso degli ultimi anni in terra di Sicilia, stampate su carta ''Alcantara'' prodotta alle falde dell'Etna dalla Cartiera Sicars di Acibonaccorsi.
Le immagini sono una raccolta di visioni fantastiche che la realtà ci suggerisce, merletti, trine, paesaggi da fiaba racchiusi in pezzi di muri a secco e non, che raccontano di sogni legati ad una terra dove la realtà e la fantasia non hanno confini.
Enrico Grieco, napoletano, ben si adatta ad una tale terra, viaggiatore del mediterraneo, ha tenuto al Cairo la mostra ''A Oriente di Napoli'' e a Sintra (Portogallo) ''Napolisboa, ritratto di due città cantanti'' dove confrontava e mostrava la matrice comune di due città così lontane tra loro ma
estremamente entrambe mediterranee e vicinissime alla cultura di Napoli.

MURI DI SICILIA
Muri di Sicilia è il titolo del più recente lavoro fotografico di Enrico Grieco: una raccolta di centinaia di immagini, frammenti di realtà colta con acume e puntigliosità.
Chi ricordi gli esperimenti pop dei Muri di Mimmo Rotella troverà in queste immagini il rovescio della medaglia, pure nella conferma della comune matrice meridionale: dove i muri di Rotella coglievano la deformazione cromatica urbana, questi Muri di Sicilia denunciano una dimensione naturale, pre-costruita, in cui l'intervento dell’uomo è compiuto nel segno di un'adesione plasmatica alla natura.
La scelta del bianco e nero sottolinea questa armonia, anche nel richiamare alla memoria visiva degli osservatori meno giovani immagini quasi archetipiche, talvolta destrutturate fino all'astrattismo. Eppure, siamo in Sicilia, e non potremmo essere altrove: lo dichiara perentoriamente la forte luce meridiana che investe la pietra, quasi disegnandone contorni, ombre, calligrammi agiti dall'uomo sulla superficie naturale.
Foto-grafia, disegno della luce: pochi però, sono i foto-grafi, disegnatori con la luce, che ricordino costantemente il proprio karma, come fa Enrico Grieco nelle sue opere.

Dalla presentazione di Maria Antonella Fusco

www.enricogrieco.com

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 giugno 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia