Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

''Patto Etico partecipativo in Sicilia'', un patto per la rinascita dell'impegno politica nell'Isola

Per ridare valore e dignità all'impegno politico in Sicilia

20 luglio 2005

È stato presentato il 16 luglio scorso, a Palermo il ''Patto Etico partecipativo in Sicilia'', codice etico per una rinascita della politica promosso da alcuni parlamentari siciliani ed affidato all'elaborazione del Movimento politico per l'Unità. (leggi)
Il Patto, si legge nel documento presentato, trae origine dal ''bisogno di ridare valore e dignità all'impegno politico, ricercando anzitutto un'intesa sul significato di alcune parole ricorrenti in politica. Una sorta di explicatio terminorum, che agevoli la riscoperta del senso autentico di alcuni principi e valori fondamentali, quali politica, democrazia, libertà, uguaglianza, fraternità, legalità, qualunque siano le coordinate politico-culturali di riferimento. Ripensare la politica oggi è un obbligo etico, per tutti''.

Luca Mangiaracina, esponente del Comitato promotore del Patto Etico, ha presentato l'iniziativa, delineando le motivazioni ed il processo che ne hanno condotto all'elaborazione. Paolo Loriga, giornalista, rappresentante del Centro internazionale del Movimento politico per l'Unità, ha delineato invece l'esperienza e le idee-forza del Movimento politico per l'Unità, nato nel 1996 a Napoli, su iniziativa di Chiara Lubich, Presidente del Movimento dei Focolari.
Marco Fatuzzo, Presidente del Centro regionale per la Sicilia del Movimento politico per l'Unità, ha esposto infine le linee-guida del documento. ''Il Patto - ha dichiarato - corrisponde ad un'esigenza di reale rinnovamento del sistema politico: può servire a spezzare l'indulgenza ed a rafforzare le posizioni di coloro che non scendono a compromessi. Facciamo appello alle forze politiche perché accolgano e condividano i contenuti di questo patto: vale la pena, per l'amore che portiamo alla nostra terra''.

A seguire, gli interventi di alcuni promotori, tra cui i deputati Massimo Grillo (UDC) e Giuseppe Lumia (DS). In particolare, secondo Grillo ''siamo di fronte ad un'epoca nuova. L'esperienza odierna è una grande occasione per la comunità siciliana, che non possiamo lasciarci sfuggire. La politica ha una grossa responsabilità, la politica deve dare una testimonianza. Qualcuno ha detto che il 'codice etico' è molto rigoroso. Dinanzi alla storia delle vittime della mafia è indispensabile procedere attraverso i contenuti di 'questo' patto etico''.
Lumia, dal canto suo ha ribadito che ''il codice etico non è un generico appello, ma una forma rigorosa di autoregolamentazione dei partiti per selezionare candidature e classe dirigente, liberi dal condizionamento mafioso''. ''La politica - ha proseguito - deve svolgere una sua funzione: non può delegare tutto al giudizio penale, perché la lotta alla mafia si fa con i valori, i contenuti e le scelte della politica. Ed in questo impegno la politica deve essere seria e credibile''.

Erano presenti ed hanno manifestato il proprio apprezzamento, il Ministro degli Affari regionali, Enrico La Loggia; il sottosegretario Giampiero D'Alì, e diversi parlamentari nazionali e regionali. Presenti anche il Prefetto di Palermo, Giosuè Marino; il Questore Cirillo; il Comandante provinciale dei Carabinieri, Marco Turchi; il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Nunzio Ferla.
Numerosi i parlamentari nazionali e regionali che hanno aderito all'iniziativa, nonché sindaci, amministratori, consiglieri provinciali e comunali.
Hanno dato la loro adesione anche i procuratori Pietro Grasso di Palermo e Luigi Croce di Messina; i rettori dell'Università di Palermo, e di Messina; il preside della facoltà di Giurisprudenza di Catania; Paolo Minteci, segretario regionale CGIL-FP; Giovanni Raviolo, segretario provinciale CGIL-FP di Enna; Sebastiano Arcidiacono, presidente regionale Acli; Emanuele Scicolone, segretario della Camera del Lavoro di Gela.

Fonte: Agenzia Internazionale Stampa Estera

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

20 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia