''Pesciolino''. Un fumetto per raccontare la bontà del pesce azzurro di Santa Croce Camerina

05 dicembre 2008

Un fumetto a più pagine per conoscere le peculiarità e la bontà del pesce azzurro del mare di Santa Croce Camerina (RG) ma anche per parlare di integrazione con gli extracomunitari e di impegno antimafia. E' "Pesciolino", la striscia a colori che è stata ideata nell'ambito del progetto Azzurro dedicato alla valorizzazione e promozione del pesce. In questi giorni viene distribuito in alcune delle scuole che hanno aderito alle lezioni di educazione alimentare.

Ambientato sulla spiaggia di Punta Secca, proprio accanto alla casa di Montalbano, il fumetto racconta, con le illustrazioni della fumettista siciliana Costanza Genova, il felice momento di pesca di un padre e una figlia, la piccola Chiara. Proprio quest'ultima chiede: "Papà, ma cosa è il pesce azzurro?". Il genitore risponde: "Prende il nome dal colore del suo dorso e vive nel mar Mediterraneo". Preparata la lenza, inizia la pesca. Sperano di poter mangiare uno sgombro o un'acciuga, o ancora un tonno o un pesce spada, una delle specie classificabili sotto la voce "pesce azzurro", di cui cibarsi perché fa bene alla salute, è ricco di sali minerali, proteine, vitamine e soprattutto di omega 3 e 6, benefici per il cuore.

Un fumetto che promuove dunque il territorio di Santa Croce Camerina dove è forte la concentrazione degli extracomunitari che naturalmente non mancano nella storia. L'amico di Chiara, si chiama Omar, è un bambino extracomunitario che viene invitato a mangiar pesce, un po' come qualche volta accade nella realtà a Santa Croce Camerina. Al ristorante c'è anche il sindaco Lucio Schembari che ricorda a tutti: "Questo è il paese dei luoghi della dieta mediterranea, qui è tutto genuino".

Oltre ad essere distribuito nelle scuole della provincia di Ragusa, il fumetto avrà una diffusione nazionale. Verrà infatti allegato al numero di dicembre della rivista del Gambero Rosso, un vero e proprio regalo di Natale per le famiglie italiane. Nell'ultima pagina del fumetto sono state inserite due vignette realizzate da due tra i più importanti e famosi vignettisti italiani, Vincino e Krancic. Una di queste è stata ribattezzata "vignetta antimafia", perché, con un po' di ironia, lancia un messaggio ai giovani: devono comportarsi come le "sardine antimafia", pronte a mettere in fuga il "polipo mafioso".

- IL FUMETTO

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 dicembre 2008

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia