Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

"Qui non si accettano raccomandati"

L'assessore di Palermo, Agnese Ciulla, a tutti i consiglieri: "Tutte le segnalazioni che arriveranno al mio ufficio saranno cestinate"

25 ottobre 2012

Il comunicato dell'assessore alla Cittadinanza sociale del Comune di Palermo, Agnese Ciulla, cerca di non lasciar trasparire l'irritazione per le raccomandazione che le piovono addosso dai politici e ricorrendo al burocratese spiega che "con riferimento alle molteplici segnalazioni di nominativi per presunte selezioni di personale in corso da parte dell'assessorato alla Cittadinanza sociale, ricevute nella mattina da parte di altrettanti consiglieri comunali e di circoscrizione, si ritiene utile sottolineare che da parte dell'assessorato non sono in corso selezioni di personale", e qualora vi fosse, e qui il tono si fa più determinato, "le segnalazioni saranno cestinate".

"Oggi - ha spiegato l'assessore - sono cominciate le attività del progetto "Produrre sociale per fare comunità" del Fondo sociale europeo ed in partenariato con l'Università degli Studi, che prevede la formazione attraverso orientamento e work-experiences di complessivi duemila giovani ed adulti, che hanno partecipato ad un bando emesso ad inizio del 2012 e la cui graduatoria è stata pubblicata a luglio". "Anche nel caso, molto remoto, di selezioni di personale, eventuali segnalazioni, pressioni, indicazioni, pizzini e raccomandazioni di vario tipo - conclude l'assessore - saranno tenute nel debito conto, cioè immediatamente cestinate".

"L'assessore Ciulla ci sorprende per la banalità delle sue dichiarazioni. Il J'accuse lanciato verso i consiglieri rei di avere raccomandato dei disoccupati ha il sapore di una boutade pubblicitaria che finisce per mettere tutti sullo stesso piano. Se davvero c'è stata anche solo qualche richiesta da parte di alcuni di loro per sistemare qualche protetto è bene che l'assessore faccia i nomi oppure si rivolga alla Procura. Lanciare questo tipo di messaggio è il segno di una difficoltà e forse anche di una incapacità ad affrontare i veri problemi della dilagante povertà in cui versano i nostri concittadini". Questa la risposta del consigliere comunale di Palermo Alberto Mangano (Idv). Dopo aver appreso quanto dichiarato dall'assessore Ciulla, con riferimento alle molteplici segnalazioni di nominativi per presunte selezioni di personale, i consiglieri di Idv Caracausi, Scafidi, Scavone e Torta hanno presentato un'interrogazione per chiedere "i necessari chiarimenti sulla vicenda e quali provvedimenti l'amministrazione adotterà". "Ritengo doveroso - ha sottolineato Caracausi - che eventuali segnalazioni, pressioni, indicazioni, pizzini e raccomandazioni di vario tipo, non devono essere cestinate come dichiarato dall'assessore, ma devono essere comunicate alle competenti autorità giudiziarie".

[Informazioni tratte da ANSA, GdS.it, Corriere del Mezzogiorno]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

25 ottobre 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia