"Vista dallo spazio l'Italia è un paese meraviglioso"

Dallo spazio alla Terra: Luca Parmitano, che da lassù si è innamorato del nostro Pianeta

15 novembre 2013

"Astro Luca" finalmente parla stando con i piedi per terra. E mangia pizza e frutta fresca per festeggiare il suo ritorno. L'astronauta dell'Esa Luca Parmitano è infatti tornato pochi giorni fa atterrando assieme ai colleghi della missione "Volare" in Kazakistan (LEGGI). Era felice sorridente e, a detta della moglie Kathy, si sentiva come se avesse appena finito un "giro sulle montagne russe". Niente di speciale. E invece è stato per due mesi nello spazio, comunicando via Twitter con famiglia e follower e inviando una marea di scatti mozzafiato della Terra.

Ora però dovrà sottoporsi a un lungo ciclo di riabilitazione visto che, come accade a tutti gli astronauti, le sue ossa si sono "decalcificate" e quindi gli è impossibile al momento camminare. E così, al centro di Houston, parlando in collegamento con l'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), ha commentato con il suo solito entusiasmo: "Mi sento molto in forma: l'addestramento fisico che ho fatto sulla stazione spaziale ha funzionato ma sento tutti i miei 80 chili sulle spalle".
I primi test gli sono stati fatti appena dopo averlo "estratto" dalla navicella Soyuz, e poi il volo verso Houston con la moglie e le sue due bimbe. Lì la pizza, da buon italiano, e la frutta, che non ha potuto mangiare per i due mesi di missione nello spazio. Ma più che al cibo, ovviamente ha pensato alle figlie, Sara e Maia, di 4 e 7 anni. "L'espressione che ho visto negli occhi delle mie due bambine - ha commentato Astro Luca - resterà con me per il resto della vita: stavano dormendo e quando le ho svegliate mi hanno guardato come se stessero continuando a sognare". Niente domande sullo spazio. Solo la richiesta di giocare un po' con loro. "Hanno voluto subito giocare con me, proprio come facevamo prima che io andassi nello spazio. La cosa splendida dei bambini è che per loro il tempo passa così velocemente".

Tanto amore per la famiglia e per il nostro pianeta. "Mi sono reso conto di essere innamorato della Terra". Dell'Italia Parmitano ha detto he vederla dallo spazio suggerisce un senso di "armonia". "Vista dallo spazio l'Italia è un paese meraviglioso, dove non ci sono confini regionali né differenze tra nord e sud. Di sera tutta la costa è delineata dalle luci e questo suggerisce un grande senso di armonia che mi piacerebbe ritrovare nel nostro modo di vivere. Vorrei - ha aggiunto - rispetto civico nel nostro paese e nella nostra cultura. Siamo nello stesso paese tutti insieme, senza distinzioni, e per questo non dovrebbe esserci lotta ma cooperazione".
E la Sicilia, la sua Sicilia ha un posto d'onore nel suo cuore. "Essere nati su un'isola rende molto attaccati al proprio territorio, ma questo mio amore per la Sicilia è anche il simbolo del mio amore per la terra". Non a caso il primo odore che ricorda al suo atterraggio è quello della terra bagnata.

Luca Parmitano ha poi parlato di quanto la tecnologia sia la chiave per superare la crisi, anche nei momenti più gravi. "Proprio i momenti di crisi sono i più importanti per capire che il futuro è nell'investire in tecnologia", ha detto l'astronauta catanese. "Investire in tecnologia è il modo migliore per uscire dalla crisi e noi astronauti siamo determinati a far sì che, proprio in quest'ottica, l'esplorazione spaziale possa continuare ad andare avanti".
Asto Luca è felice di essere di nuovo sulla Terra, anche se tornerebbe immediatamente tra le stelle: "Vivere nello spazio - ha detto - è meraviglioso e sarei disposto a tornare lì anche immediatamente".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

15 novembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia