Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

150 toghe insieme a Roberto Scarpinato

Lettera di solidarietà firmata da 150 giudici, ma sono pronti ad aderire anche avvocati e professori universitari

30 luglio 2012

Monta la protesta delle "toghe" sul fascicolo aperto dal Csm a carico del pg di Caltanissetta Roberto Scarpinato per l'intervento pronunciato in occasione della cerimonia di commemorazione della strage di via D'Amelio, in cui aveva definito "imbarazzante" la presenza tra le autorità di "personaggi dal passato e dal presente equivoco" e la cui condotta "sembra essere la negazione" dei valori per i quali Paolo Borsellino è stato ucciso.

Quattro giorni fa era stata l'Associazione nazionale magistrati a esprimere il suo allarme, segnalando che è in gioco la libertà di manifestazione del pensiero. Ora 150 magistrati, con un'iniziativa che ha pochi precedenti, si apprestano a inviare a Palazzo dei Marescialli una lettera di solidarietà al Pg di Caltanissetta, spiegando di condividere parola per parola il suo pensiero; con il messaggio chiaro al Csm che se intende punire lui, per quell'intervento, lo deve fare nei confronti di tutti i firmatari.
L'idea è nata sulla mailing list di Area, il cartello che riunisce le correnti di sinistra della magistratura; ma le adesioni sono arrivate - come spiega uno dei promotori, il pm della procura di Modena Marco Imperato - anche da magistrati dei gruppi più moderati. E sono pronti a sottoscrivere la lettera anche avvocati, professori universitari e magistrati onorari.

Tra i tanti magistrati che si sono già impegnati a mettere nero su bianco la loro solidarietà a Scarpinato, ci sono Fabio De Pasquale, pm dei processi Mediaset e Mills, Lia Sava, pm del processo sulla trattativa Stato-mafia e Paolo Ielo, che a Roma ha condotto l'inchiesta Enav. Quello di Scarpinato "è stato un intervento altissimo, che esprimeva l'emozione per quanto successo 20 anni fa e soprattutto la sofferenza interiore di chi vede certe figure di servitori dello Stato svuotate, se strumentalizzate da persone la cui condotta politica non corrisponde a quei valori. Per questo è importante far capire all'esterno che le sue parole le avremmo sottoscritte tutti", ha aggiunto Imperato.

[Informazioni tratte da Adnkronos/Ign, AGI, ANSA, Lasiciliaweb.it]

- Procure e veleni (Guidasicilia.it, 27/07/12)

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

30 luglio 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia