17 Novembre

''Sapere Libero, Persone Libere''. Oggi è la Giornata di mobilitazione studentesca mondiale

17 novembre 2005

Il 17 Novembre è una data storica per i diritti degli studenti nel mondo. In questa data ogni anno si celebra quello che è stato definito il loro ''primo maggio''.
Sono tantissimi gli studenti italiani che oggi sono scesi in piazza, studenti medi ed universitari di oltre 70 città (tra cui Milano, Torino, Firenze, Roma, Napoli, Palermo e Bari) per chiedere spazi di cittadinanza studentesca. Tante le manifestazioni, tanti i concerti e le iniziative culturali. Tra le altre rivendicazioni, una carta di cittadinanza studentesca per consentire l'accesso a tutte le fonti di cultura agli studenti.

La ricorrenza. Da oltre sessant'anni il 17 novembre è una data di grande valore simbolico per gli studenti: in quella data, infatti, centinaia di studenti cecoslovacchi che si opponevano alla guerra furono arrestati e uccisi dai nazisti nel 1939. Nel 1941 alcuni gruppi di studenti in esilio, gli stessi che avrebbero poi costituito il nucleo dell'International Union of Students, decisero che il 17 novembre sarebbe diventato l'International Students Day, la giornata internazionale di mobilitazione studentesca. Da quel giorno ogni anno in decine di paesi gli studenti si sono mobilitati in ricordo di quel massacro e per rivendicare il diritto di studiare per tutti, e la necessita di costruire un mondo di pace, giustizia, democrazia e libertà.
E nel 1973 gli studenti greci del Politecnico di Atene che manifestavano proprio in difesa di questi principi furono massacrati dai carri armati del regime dei Colonnelli. Ed infine il 17 novembre del 1989 ancora in Cecoslovacchia, i carri armati del regime, questa volta comunista, repressero ancora una volta duramente gli studenti che manifestavano.

L'assemblea studentesca internazionale di Bombay nel 2004, cui erano presenti l'Unione degli Studenti e l'Unione degli Universitari, ha deciso di ripristinare questa data della memoria e di renderla un momento importante di mobilitazione studentesca.
Migliaia di studenti in tutto il mondo si mobilitano il 17 novembre perché siano riconosciuti i diritti degli studenti, perché sia garantito a tutti/e nel mondo il diritto all'istruzione, perché l'istruzione resti un bene pubblico e non venga privatizzato come sta avvenendo nei paesi in via di sviluppo.
In tutto il mondo gli studenti si mobilitano per far sì che si realizzi quanto recita l'articolo 26 della Dichiarazione Universale dei diritti umani: ''Ogni individuo ha diritto all'istruzione (…) Essa deve promuovere la comprensione, la tolleranza e l'amicizia fra tutte le nazioni, i gruppi razziali e religiosi, e deve favorire (…) il mantenimento della Pace''.


- www.17novembre.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

17 novembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia