400 mila persone per la notte del Festino di Santa Rosalia!

Grande partecipazione per la "Palermo Bambina", tantissimi i palermitani, i turisti e i giornalisti provenienti da tutto il mondo

16 luglio 2018
400 mila persone per la notte del Festino di Santa Rosalia!

Un lungo Festino, chiuso dai giochi d'artificio intorno alle 2:30 di notte e segnato da grandi numeri con 400 mila spettatori presenti tra "palermitani, turisti e giornalisti da tutto il mondo", come ha sottolineato il sindaco Leoluca Orlando.

"Mai come quest'anno - ha commentato il sindaco - era avvenuto che uno fra i principali attori del turismo mondiale promuovesse il Festino come momento di eccellenza per i viaggi estivi. Mai come quest'anno era avvenuto che l'associazione della stampa estera si organizzasse per essere ufficialmente presente a Palermo durante il Festino. Un Festino che, nel momento in cui alcuni continuano in anacronistiche distinzioni fra 'noi' e 'gli altri', ha visto cittadini palermitani di cinque nazionalità diverse, di tre religione diverse manovrare il carro di Santa Rosalia". Tutti palermitani, nati in Italia, Bangladesh, Ghana, Filippine e Mauritius. Di religione Cristiana, Hindu, Musulmana.

Un'edizione intitolata "Palermo Bambina" per accendere i riflettori sull'infanzia ma anche per richiamare  tutto ciò che l'essere bambini significa: l'immaginazione, la speranza, la curiosità, lo stupore, insieme alla necessità di cure, "le stesse di cui Palermo ha bisogno per consolidare il cambiamento culturale di cui è protagonista", ha detto l'assessore alla Cultura, Andrea Cusumano.

In primo piano in questa edizione firmata Lollo Franco e dalla fotografa Letizia Battaglia, bambini e giovani talenti come la Kids Orchestra del Teatro Massimo che ha preceduto il carro per un lungo tratto e le tante piccole Rosalie, appartenenti a varie comunità che compongono la multiculturale Palermo, sul carro del Festinello davanti a quello della Santuzza.

Applausi per la coreografia sospesa de La Fura dels Baus e lungo le varie tappe cadenzate dalla narrazione dell'attore Leo Gullotta. Sul Carro, ai Quattro Canti dove si è esibita la compagnia catalana, anche il sindaco Leoluca Orlando che ha pronunciato per tre volte, il tradizionale auspicio della festa: "W Palermo e Santa Rosalia!", citando l'ultima volta anche Palermo Capitale italiana della Cultura e lasciandosi andare, alla fine, ad un "Palermo ti amo!".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 luglio 2018

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia