8SUNDAYS... TUTTA UN'ALTRA MUSICA

Otto imperdibili matinés domenicali con altrettanti One Man Band provenienti da tutto il mondo

03 dicembre 2013

Si è svolto domenica 1 dicembre a Palermo, nello splendido Salone della Musica, al piano nobile del cinquecentesco Palazzo De Gregorio al Molo, il primo concerto della rassegna 8SUNDAYS... TUTTA UN’ALTRA MUSICA!
Otto imperdibili matinés domenicali (h 11:00) con altrettanti One Man Band provenienti da Canada, Irlanda, Francia, Mali, Argentina, Spagna, Italia. Sperimentazione, jazz, folk, world, canzone d'autore, pop, indie, questo il mix di generi che verrà proposto da grandi virtuosi della chitarra, del violino, del sax, della kora, del violoncello e di altri strumenti, sapientemente modificati o creati.
Ad aprire la rassegna è stata la compositrice, arpista e cantante canadese Gillian Grassie, che suona e canta il jazz con influenze indie e pop.
La direzione artistica della rassegna è curata da Roberto Bellavia, l’organizzazione è affidata a VM Agency Srl e SiculaRete.

Palazzo De Gregorio (dotato di ampio parcheggio libero) sarà eccezionalmente aperto e visitabile, sin dalle ore 9:30. Di proprietà del duca di Palma, principe di Lampedusa, il palazzo fu acquistato dal marchese De Gregorio, che vi ospitò, tra gli altri, personaggi illustri, come lord Nelson e Richard Wagner. L’eclettico marchese amava intrattenere i suoi ospiti con eventi cool, musica, balli e bel canto! Ora quel salotto culturale torna a vivere, ospitando una rassegna internazionale, prestigiosissima, e sicuramente destinata ad un pubblico in grado di riconoscere ed amare la Bellezza.

IL CALENDARIO

15 DICEMBRE

NAOMI BERRILL (IRE) "Not only cellist", violoncellista/cantante/compositrice, pupilla di Giovanni Sollima, suona e canta Jobim e Debussy, gli U2, Bach, l’irish folk music, i Police, Modugno...
Nata a Galway (Irlanda) nel 1981. Nel 1997 vince una borsa di studio per studiare violoncello alla Royal Irish Academy of Music di Dublino. Nel 2000 si trasferisce a Glasgow dove studia per l'accademia RSAMD e ottiene il diploma di musica, studiando il Maestro Robert Irvine. Durante il suo percorso, Naomi ha studiato musica elettroacustica, jazz e folk, affiancando oltre allo studio del violoncello anche quello di pianoforte, canto, chitarra, violino e trombone. Dopo il Diploma Naomi si è trasferita in Italia dove ha iniziato gli studi con Enrico Bronzi (Trio di Parma) e Francesco Dillon (Quartetto Prometeo e Ensemble Alterego) presso la Scuola di Musica di Fiesole. Al momento le sue collaborazioni si estendono anche negli ambiti della musica tradizionale irlandese, nel jazz sperimentale. E stata recemente invitata da Giovanni Sollima a participare nel evento "Giovalli Sollima e 100 violoncellisti" nel marzo 2012 a Roma. [www.naomiberrill.org]

12 GENNAIO

SANDRO JOYEUX (FRA), con chitarra e voce, mischia nel suo genere afro-folk, le tecniche chitarristiche e percussionistiche imparate nei suoi lunghi viaggi (in autostop) da Parigi a Firenze, dal Marocco al Mali.
Sandro Joyeux viene da Parigi. Mamma francese e papà italiano. Sandro è un ragazzo semplice, un musicista vero, uno di quelli che amano condividere tutto con il proprio pubblico, senza veli o misticismi. La sua musica affonda le proprie radici nel calore delle terre del sud, i suoi sogni appartengono alla strada, alla gente comune, ma soprattutto a mamma Africa. [Sandro Joyeux - facebook]

26 GENNAIO

BABA SISSOKO, un griot (cantastorie) e polistrumentista del Mali, uno dei maggiori esponenti di musica etnica e jazz, da anni impegnato nella diffusione della tradizione musicale africana in ambito internazionale.
Nato a Bamako (Mali), Baba Sissoko è Maestro indiscusso del Tamani (talking drum) che ha imparato a suonare durante la sua infanzia (grazie agli insegnamenti di suo nonno Djeli Baba Sissoko) e dal quale estrae con una naturalezza sbalorditiva tutte le note con un solo gesto. Eccelso polistrumentista suona anche lo ngoni, il kamalengoni, la chitarra, il balaphon, la calebasse, il sildrum e… canta! Originario di una grande dinastia di griots del Mali, il cui ruolo nella tradizione è quello di riconciliare i cuori e gli animi, è stato il primo ad introdurre il suono del tamani nella musica moderna maliana. Nelle composizioni musicali di Baba Sissoko, grande influenza ha l’Amadran, che è una ripetitiva ed ipnotica struttura musicale tipica del Mali dalla quale, secondo il parere di numerosi ricercatori, ebbe origine il blues. [www.babasissoko.com]

9 FEBBRAIO

STEFANO SCARFONE (ITA), chitarrista/compositore, suona finger style e jazz contemporaneo rifacendosi ai grandi classici di Scott Joplin e Richard Rogers.
Stefano Scarfone imbraccia la prima chitarra nel 1977, l’anno in cui nasce il punk: ma è attirato da ben altre sonorità... All’età di 14 anni prende vita il suo amore per il jazz e la sua vita da studente si colora di seminari, concerti e approfondimenti. Inizia da subito a scrivere musica e nel 1988 vince il premio Mariano Romiti (provveditorato degli studi di Roma) per composizione musicale, con il brano "Ballata in re minore". Dal 2007 Stefano Scarfone calca i palchi e i teatri di tutto il mondo, dall’Italia all’Inghilterra, dalla Spagna alla Germania, vendendo circa 10mila copie dei suoi album. Nel 2008 in Messico partecipa alla Fil di Guadalajara con un sold out di 6mila paganti. [Stefano Scarfone - facebook]

23 FEBBRAIO

PAOLO ANGELI (ITA) suona jazz, folk noise e pop minimale con uno strumento-orchestra a 18 corde: ibrido tra chitarra baritono - violoncello e batteria, dotato di martelletti, pedaliere, eliche...
Nato nel 1970, inizia a suonare la chitarra a 9 anni. Cresce a Palau in un ambiente musicale estremamente stimolante. La chitarra e la voce del padre - suo primo maestro - l’autobus con la batteria, le galline e i meloni, i gruppi rock ‘diroccati’ in una vecchia falegnameria - alle prese con i concerti di piazza e le serate di carnevale - lo indirizzano verso una navigazione senza barriere stilistiche nel mondo della musica. [www.paoloangeli.it]

9 MARZO

CAOIMHIN O RAGHALLAIGH (IRE), compone ed esegue musica irlandese, tradizionale e contemporanea, al violino, all’hardanger fiddle ed al violino '5 +5'. [www.caoimhinoraghallaigh.com]

23 MARZO

JAVIER GIROTTO (ARG), clarinetto basso/sassofoni/flauti andini/elettronica. La sua musica è un mix di improvvisazione totale e composizioni di vario tipo: tango, jazz, folk argentino, musica classica, etc.
E’ uno dei musicisti più sensibili e capaci che ci sia in circolazione. L’ambiente musicale è quello del jazz ma anche quello della  musica argentina, del tango in particolare, di cui è uno dei principali esponenti in Europa, sin dalla metà degli anni novanta quando pubblicò il primo di dieci dischi con gli Aires Tango, una delle formazioni di riferimento di quella rilettura del tango con elementi jazzistici che ha appassionato decine di migliaia di spettatori nel corso degli anni. [www.javiergirotto.com]

INFO
Abbonamento: 80 euro. Biglietto: 15 euro.
Prenotazioni: 091- 8436316  (9 - 13,30)
Palazzo De Gregorio al Molo, via dell’Arsenale n° 132 Palermo
Tel. 329.4921777
www.8sundays.com

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

03 dicembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia