A Bagheria (PA) un Albero di Natale rosa, simbolo di civiltà e contro la discriminazione omosessuale

09 dicembre 2005

Nell'imminenza del Natale, su richiesta di Piero Montana, Consulente del sindaco per la realtà omosessuale, l'Assessorato alle Pari Opportunità della Città di Bagheria, la cui Amministrazione già nel febbraio 2002 ha istituito con determinazione sindacale la figura del consulente del Sindaco per la realtà GLBT (Gay, Lesbica, Transessuale, Transgender), e ha istituito con delibera di Giunta Municipale nel gennaio 2003 un registro delle unioni civili, e ancora nel mese di novembre di quest'anno ha intitolato una strada a Pier Paolo Pasolini, provvederà ad installare in sede istituzionale un piccolo Albero di Natale gay, simbolo della comunità GLBT, che ancora deve crescere, venendo fuori a poco a poco allo scoperto, mettendo al contempo radici nel contesto sociale del nostro territorio e rendendosi pertanto sempre più visibile come soggetto politico.

L'Albero di Natale gay, un albero rosa con addobbi celesti (i colori sono quelli del femminile e del maschile) è stato realizzato da Piero Montana, ancor prima di essere nominato consulente per la realtà omosessuale, e regalato al sindaco di centrodestra, Giovanni Valentino - che ha mostrato di gradire il dono, esponendolo per circa un mese nella sua stanza al Comune -  durante ''il Natale gay'' a Bagheria, organizzato dal Centro d'Arte e Cultura Omosessuale locale nel dicembre del 1998.
Un analogo albero di Natale gay, sempre di color rosa, dove però questa volta gli addobbi celesti invece di due (come nella precedente edizione) erano addirittura tre, a significare simbolicamente di essere assai tosto e determinato a mettere radici nell'ambito dell'Amministrazione Comunale, affinché ci si occupasse istituzionalmente della questione omosessuale con progetti politico-culturali finalizzati a combattere il razzismo omofobico e le discriminazioni nei confronti dei gay, è stato ancora regalato dal consulente gay nel dicembre del 2001 al neo eletto sindaco, in quell'anno, di centrosinistra, Giuseppe Fricano.

Quest'anno sarà dunque la terza volta che un Albero di Natale gay, simbolo fantasioso e creativo di una comunità GLBT in crescita, che proprio in questi giorni nel nostro continente europeo, dopo l'Olanda , il Belgio, la Spagna, vede affermati in Gran Bretagna i diritti al pieno riconoscimento giuridico delle coppie gay con l'istituzione della ''Civil Partnership Act'', vedrà la luce a Bagheria in una atmosfera natalizia un po' più originale del solito, e che assieme all'originalità vuole portare un messaggio di tolleranza, uguaglianza e pace.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

09 dicembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia