A Bagheria un nuovo polo ortopedico nella struttura sanitaria confiscata alla mafia Villa Santa Teresa

04 ottobre 2011

Nasce a "Villa Santa Teresa" a Bagheria, la struttura sanitaria confiscata all'ingegnere Michele Aiello prestanome del boss mafioso Bernardo Provenzano, un nuovo Polo ortopedico con 84 posti letto che sarà realizzato in collaborazione con l'Irccs pubblico "Rizzoli" di Bologna. La nuova struttura erogherà prestazioni chirurgiche e riabilitative in ambito ortopedico, dice una nota della clinica.
Dopo la firma del protocollo d'intesa tra la Regione siciliana e l'Emilia Romagna, domani sarà firmata la convenzione tra l'Assessorato regionale della Salute e l'Istituto Rizzoli. Alla cerimonia, che si è svolta ieri a "Villa Santa Teresa", sono intervenuti i presidenti della Regioni Emilia Romagna e Sicilia, Vasco Errani e Raffaele Lombardo, gli assessori regionali per la Salute delle due Regioni, Carlo Lusenti e Massimo Russo e i vertici dell'Istituto di Ricovero e Cura a carattere scientifico - Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna e della casa di cura "Villa Santa Teresa".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 ottobre 2011

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia