A Bergamo ''Uno sguardo dal ponte'' di Patroni Griffi, tra Brooklyn e Messina

Lo spettacolo si intreccia con la vicenda del Ponte sullo Stretto

28 marzo 2003
"Uno sguardo dal ponte" di Arthur Miller, per la regia di Patroni Griffi, va in scena oggi a Bergamo.

Lo spettacolo si intreccia con la storia e i fatti del Ponte sullo Stretto di Messina.

Una sfida tutta positiva quella di Messina, secondo Pietro Ciucci, amministratore delegato della società che dovrà costruire la mega-struttura, presente alla presentazione dello spettacolo.

Patroni Griffi definisce il dramma, 'tutto l'opposto', perchè parla di ciò che accade ai piedi del ponte, della tragedia dell'immigrazione, di chi lascia tutto per fame e si ritrova a sopravvivere in un mondo di cui non capisce e non può capire nulla, contro la presunzione che abbiamo invece noi che ciò accada.

A interpretare la tragedia di Eddie Carbone, italo-americano mai integrato e che pagherà con la morte la fedeltà a se stesso e al suo mondo, nello scontro con quello nuovo, è Sebastiano Lo Monaco, primo attore siciliano a vestirne i panni, dopo Paolo Stoppa, Gastone Moschin e due pugliesi come Raf Vallone e Michele Placido.

Lo spettacolo, prodotto dal Teatro di Messina, sarà il 16 aprile all'Eliseo di Roma.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 marzo 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia