Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A breve Terna potrà dire di aver connesso tutta l'Italia

Nel 2016 Terna conta di completare l'elettrodotto "Sorgente-Rizziconi" che collegherà Sicilia e Calabria

16 febbraio 2016

"Nel 2016 Terna potrà dire di aver connesso tutta l'Italia". Lo ha detto Matteo Del Fante, amministratore delegato di Terna, a Firenze, nella sede della Fondazione Spadolini Nuova Antologia, durante la cerimonia per l'avvio dei lavori di rimozione dei 17 tralicci ad alta tensione che attraversano Pian dei Giullari, la collina di Arcetri e Monte alle Croci, riferendosi agli investimenti fatti da Terna negli ultimi 10 anni sulla rete elettrica nazionale.
Nel 2016 Terna conta di completare l'elettrodotto 'Sorgente-Rizziconi' che collegherà Sicilia e Calabria.

Il risultato arriva "dopo 9-10 miliardi di investimenti che Terna ha fatto in 10 anni - ha aggiunto Del Fante - dopo il famoso black out del settembre 2003, quando ci accorgemmo che la rete non era adeguata". "Oggi Terna è il primo operatore d'Europa per chilometro gestiti - ha concluso Del Fante - possedendo 72 mila chilometri di rete".
In occasione dell'avvio dell'operazione di Terna di dismissione dei tralicci sulle colline a sud di Firenze "ho chiesto a Terna di chiudere definitivamente la vicenda tra la Calabria e la Sicilia, hanno detto che entro l'anno lo faranno e io sono ottimista anche su questo". Così all'Adnkronos Luca Lotti, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio a margine della presentazione alla stampa di oggi a Firenze. [Adnkronos]

- www.terna.it

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 febbraio 2016
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia