Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A dicembre il progetto definitivo del Ponte di Messina...

L'ennesimo annuncio dell'ad della società Stretto di Messina: "Lavori a fine 2011". Stabilità di governo permettendo

23 novembre 2010

"A dicembre, come previsto dal programma che avevamo annunciato, avremo il progetto definitivo del Ponte. Ad oggi già il 50% del progetto definitivo è stato consegnato alla società Stretto di Messina, e lo stiamo analizzando e verificando. I sondaggi sono ormai finiti, quindi andiamo avanti con quanto previsto". A dirlo è stato Pietro Ciucci, amministratore delegato della "Stretto di Messina" e presidente dell'Anas, che venerdì scorso ha incontrato il sindaco di Messina Giuseppe Buzzanca a Palazzo Zanca per fare il punto della situazione.
Il progetto definitivo - ha spiegato Ciucci - verrà ultimato prima di Natale, presumibilmente entro il 20 dicembre, anche se il general contractor Eurolink ha già consegnato oltre il 50% degli oltre 8 mila elaborati previsti. Il prossimo step, dunque, sarà l'approvazione da parte del Cipe per la legge obiettivo, passaggio propedeutico alla dichiarazione di pubblica utilità e dunque alla delicatissima fase degli espropri, "per la quale – hanno detto all’unisono Buzzanca e Ciucci – punteremo ad avere la collaborazione piena dei cittadini".
Sulla realizzazione di una nuova stazione ferroviaria a Messina, Ciucci ha detto che "Rfi sta preparando il progetto, la struttura sarà interratta e i lavori procederanno in contemporanea con il completamento del ponte".

C’è una grande incognita, però, che Ciucci minimizza ma che è concreta: la stabilità politica del governo nazionale. Il passaggio al Cipe è previsto per aprile 2011, quando non si sa che tipo di governo ci sarà a Roma. "Escludo che un governo possa fermare tutto, considerando che è un’opera in fase di realizzazione", ha detto Ciucci. Lo esclude lui, ma non si può escludere in linea teorica che un eventuale nuovo governo, di colore politico diverso da quello attuale e con idee diametralmente opposte sul progetto Ponte, possa dare uno stop all’opera. "Ma in quel caso - ha detto Ciucci – ci si dovrebbe prendere la responsabilità di pagare grosse penali". Quanto grosse? "Il 5 per cento dei quattro quinti dell’intero importo". Tradotto in cifre, se fa fede l’importo annunciato di 6,5 milioni, significherebbero circa 260 milioni di euro. "Ma il problema non sussiste - ha detto sornione Buzzanca - il governo non cadrà".

Passando ai contenuti dell’incontro di venerdì scorso, Buzzanca e Ciucci hanno confermato che a breve si concretizzerà la collaborazione con le Università di Messina e Reggio Calabria. "Un passaggio fondamentale – ha sottolineato il sindaco – per la formazione di quelle figure professionali necessarie ai lavori. C’è comunità d’intenti sull’importanza di coinvolgere le professionalità del territorio, pur riconoscendo piena autonomia alla Stretto di Messina. La settimana prossima, comunque, avremo un nuovo incontro a Roma per ulteriori dettagli".
Ciucci ha fatto poi il punto sulle scadenze principali: 20 dicembre progetto definitivo, aprile 2011 approvazione di legge obiettivo al Cipe, nel frattempo ci vorranno due mesi di tempo perché i tecnici della Stretto esaminino e verifichino gli elaborati di Eurolink, quindi a fine 2011 l’apertura dei cantieri. "La rapida esecuzione dell’opera - ha evidenziato Ciucci - dipende in gran parte dalla qualità della progettazione, perciò questa fase è determinante". I sondaggi con le ormai famose trivelle sono quasi ultimati ("siamo ormai al 95 per cento"), mentre prosegue il monitoraggio ambientale, i cui dati, ha detto Ciucci, saranno messi a disposizione di tutti sul sito web della 'Stretto di Messina'.
L'ad della società del Ponte ha inteso rispondere anche alla lettera aperta del presidente dell’Ordine degli ingegneri Santi Trovato: "Intanto voglio dire che abbiamo operato nel pieno rispetto delle leggi. Inoltre, il sistema Ponte ha già coinvolto diversi professionisti locali, alcune decine, con una scelta effettuata secondo i criteri solitamente utilizzati e che rispondono a standard di qualità". Ciucci non vuol più sentire parlare di "storno" dei fondi del Ponte per altre destinazioni, come la messa in sicurezza del territorio: "Non siamo più in questa fase, non sono le risorse del Ponte che possono essere utilizzate per affrontare il dissesto idrogeologico, problema che conosco bene essendo anche presidente dell’Anas. Siamo nella fase in cui bisogna pensare a come e quando fare il Ponte, non 'se' farlo".

Ma sono ancora in tanti a vedere il Ponte sullo Stretto soltanto come una "figura mitologica". Di un ponte che unisca Scilla a Cariddi si parla dall’epoca dei romani, ma è soltanto dal primo aprile 2010 che Ciucci e il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, Altero Matteoli, hanno affidato l’incarico per il progetto definitivo all’Eurolink per la progettazione definitiva e la costruzione del manufatto stabile. Tempo stabilito per la consegna: sei mesi. Ma alla fine di settembre è stata chiesta una proroga di altri due o tre mesi.
Nella mitologia è avvolto l’inizio dei lavori, avvenuto il 23 dicembre 2009 in Calabria (LEGGI). Si sbandierò che sarebbe stato inaugurato, con la variante di Cannitello , "il primo cantiere del Ponte", in realtà detta variante riguardava soltanto un anello ferroviario e quindi un appalto relativo alle Ferrovie dello Stato. Le polemiche sui media indussero la Stretto di Messina a raddrizzare il tiro, dichiarando: "Sono stati avviati i lavori di deviazione dell’esistente linea ferroviaria in corrispondenza di Cannitello per risolvere le interferenze con il futuro cantiere della torre del ponte". Il cantiere venne dunque definito "cantiere propedeutico" alla realizzazione del Ponte. E, comunque, in realtà nemmeno i lavori della "Variante Cannitello" erano stati avviati, visto che il progetto definitivo di quell’intervento non era stato ancora approvato.

[Informazioni tratte da Ansa, TempoStretto.it, La Siciliaweb.it, Corriere del Mezzogiorno]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

23 novembre 2010
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE