A Himera un "fastfood" del VI sec. d.C.

Nell’area archeologica ai piedi di Termini Imerese scoperta una vasta area ristoro per i cittadini che partecipavano alle feste religiose

02 agosto 2019
A Himera un ''fastfood'' del VI sec. d.C.

[Articolo di Isabella Di Bartolo - Repubblica/Palermo.it] - Dopo 8 anni di scavo, a Himera si ricompone tassello per tassello il passato della città greca. Un "open space" di oltre 100 metri quadrati è l'area su cui si sono concentrati gli archeologi e che ha restituito un santuario con tre altari e di cui restano anche i vasi usati dagli abitanti per le offerte agli dei, dove si ergevano tre edifici di culto.

Elena Mango e Francesca Spatafora

Elena Mango, direttore dello scavo, e Francesca Spatafora, neodirettore del Parco archeologico di Himera, Solunto e Iato, hanno raccontato la storia della polis a seguito dell'ottava campagna di scavi curata dall'Università di Berna in collaborazione con il parco. 

Ricostruzione virtuale di Himera

"La grande novità di quest'anno - spiegano le archeologhe - è la scoperta di tracce di un violento terremoto che sembra aver avuto luogo in epoca tardo-arcaica di cui le fonti non parlano. Un episodio importante nella vita della città di Himera, di cui non si era a conoscenza, un evento drammatico che deve aver segnato profondamente i suoi abitanti e l'immagine della città. La vita nell'area sacra, di cui faceva parte l'edificio in questione - continuano -, riprese dopo il terremoto e continuò fino alla distruzione di Himera per mano dei Cartaginesi nel 409 avanti Cristo".

L'antichissima focacceria di Himera

Tra le scoperte anche quella di una focacceria della fine del VI secolo dopo Cristo: una sorta di bottega dove si preparava cibo in stile "fast food" per i cittadini che partecipavano alle feste religiose. Sono stati ritrovati fornelli, marmitte e pentole con cui venivano cucinati i cibi nei cosiddetti forni a campana e su alcune piastre.

La necropoli di Himera

A Himera si trova anche la più ricca e grande necropoli greca d'Europa scoperta nel sito dell'antica città che fu teatro, nel 480 avanti Cristo, di una delle battaglie più note dell'antichità: quella tra Cartaginesi e Greci che avvenne in epica concomitanza con quella di Salamina, in Grecia, in cui gli Elleni sconfissero i Persiani, entrambe celebrate con la costruzione del tempio della Vittoria. I reperti rinvenuti durante i lavori ferroviari sono stati portati alla luce grazie alla sinergia tra Polo regionale di Palermo e Ferrovie dello Stato che ha finanziato l'intervento.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

02 agosto 2019

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia