A Marsala il 1° Forum internazionale dell'Economia e del Mercato Vitivinicolo

Dal 15 al 17 novembre si parlerà di tutela e promozione del territorio e sarà presentata la Carta di Marsala

14 novembre 2013

Fare il punto sulle tendenze e tracciare gli scenari futuri del mercato vitivinicolo, con un occhio attento ai temi della sostenibilità e della tutela del paesaggio e alle strategie di promozione dei territori vitivinicoli in chiave turistica.
Per tre giorni Marsala, nell’ambito delle iniziative programmate per celebrare il suo riconoscimento come Città Europea del Vino 2013, ospiterà il primo forum internazionale dell’Economia e del mercato vitivinicolo, organizzato dall’Assessorato alle Risorse Agricole ed Alimentari della Regione Sicilia e dall’Istituto regionale Vini e Oli di Sicilia, in collaborazione con l’amministrazione comunale della città.

Da venerdì 15 a domenica 17 novembre si parlerà de "Il territorio: tutela e promozione". Nel Teatro comunale intitolato ad Eliodoro Sollima, si alterneranno incontri e dibattiti con operatori del settore ed esperti di fama nazionale che avranno il compito di affrontare, da vari punti di vista, le delicate questioni che ruotano intorno agli aspetti socio-economici dell’intera filiera vitivinicola, anche in prospettiva dell’Expo 2015 di Milano.

Numerosi e altamente qualificati gli interventi previsti: Dario Cartabellotta, Assessore alle Risorse Agricole e Alimentari della Regione Sicilia; Giulia Adamo, Sindaco di Marsala; Leoluca Orlando, Sindaco di Palermo; Lucio Monte, Direttore Irvo Sicilia; Paulo Veranda, Presidente Recevin; Pietro Iadanza, Presidente Associazione Nazionale Città del Vino; Rosaria Barresi, dirigente generale del Dipartimento Interventi Strutturali dell’assessorato della Regione siciliana alle Risorse Agricole ed Alimentari; Lucio Brancadoro, ricercatore Università degli Studi di Milano; Giuseppe Bursi, dirigente Servizio regionale per lo sviluppo e la diversificazione - Interventi OCM vitivinicola; Donatella Cinelli Colombini, fondatrice e primo presidente del Movimento del Turismo del Vino;  Ignazio Garau, presidente Associazione Città del Bio; Gianni Moriani, Master in Cultura del Cibo e del Vino - Università Ca’Foscari di Venezia; Ettore Nicoletto, membro Giunta UIV - Confederazione Vite e Vino ed AD del Gruppo S. Margherita; Denis Pantini, responsabile Area di Ricerca Agricoltura e Industria Alimentare - Wine Monitor Nomisma Spa; Franco Prina, Ordinario di Sociologia giuridica e della devianza dell’Università di Torino; Paolo Verri, responsabile contenuti espositivi e palinsesto eventi del Pad. Italia per l’Expo 2015. Modererà i lavori il giornalista Andrea Gabbrielli.

"Il Forum di Marsala sarà l’occasione per fare il punto sulle condizioni del settore vitivinicolo nell’isola e in Italia - afferma l’assessore alle Risorse Agricole e Alimentari della Regione Sicilia Dario Cartabellotta - per individuare strategie future e proposte operative".
"I temi che affronteremo durante la tre giorni - aggiunge il direttore dell’Irvo Lucio Monte - spazieranno dalla tutela del paesaggio vitivinicolo alla commercializzazione delle produzioni, non senza cenni al rafforzamento delle filiere connesse al settore o all’importanza della sperimentazione, per culminare nella Carta di Marsala, un documento di ampio respiro che, senza dubbio, ci darà spunti per portare avanti azioni mirate".

La Carta di Marsala, che verrà presentata durante i lavori del Forum, è un documento-manifesto che traccerà le indicazioni e alcune proposte operative per il futuro della vitivinicoltura italiana e siciliana in particolare. Si tratta di un testo programmatico che nasce dal contributo degli attori dell’intero comparto vitivinicolo nazionale. Oltre alla Carta, durante la tre giorni verrà anche resa pubblica la programmazione della Regione Sicilia 2014/2020 a supporto della filiera vitivinicola.
Il Complesso Monumentale di San Pietro sarà invece la sede dell’Assemblea nazionale delle Città del Vino, con oltre cinquanta Città del Vino italiane ospiti a Marsala, e del Consiglio di amministrazione e dell’assemblea generale Recevin, La Rete delle città europee del Vino, il cui presidente, Paulo Veranda, al termine dei lavori, proclamerà la Città europea del vino 2014. A contendersi il riconoscimento, quest’anno, sono le due città spagnole di Jerez de la Frontera, famosa per i suoi vini xerès o sherry e Cambados ed entrambe, in occasione del Forum, presenteranno i video promozionali della propria candidatura.

"Con grande piacere rinnoviamo la nostra presenza a Marsala, partecipando a questo Forum - ha dichiarato Giovanni Saudati, Sales Director di O-I Italy, main sponsor dell’evento - perché desideriamo valorizzare l'impegno di O-I sul territorio siciliano e sostenere l'importanza del packaging sostenibile per il vino".

Per informazioni e per la registrazione alle attività: www.marsala2013.eu

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 novembre 2013

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia