A Noto (SR) con Eco-Arte i giovani si mettono a confronto con i linguaggi dell'arte

Per scambiare la propria coscienza culturale con il resto del mondo

07 agosto 2003
Eco-Arte 2003, ovvero il progetto di interscambio comunicativo tra giovani provenienti da tutto il mondo, è stato presentato alla fine di luglio a Noto. Il progetto che coinvolge gruppi di venti giovani, che sosteranno a Noto per un periodo di due mesi alternandosi ogni due settimane, si basa su esperienze della comunicazione come la pittura, la cultura e l'arte visiva, ed è organizzato dallo Yap - ente internazionale di scambi culturali - con la collaborazione di artisti locali.

I giovani che hanno aderito al progetto sono per la maggior parte artisti e studenti di scuole d'arte, mentre il progetto è alla sua seconda edizione dopo quella della scorsa estate svoltasi nell'area dei monti Iblei.

"L'obiettivo è di proseguire sulla strada intrapresa - affermano gli organizzatori - puntando alla crescita di una iniziativa che rappresenta un tentativo di promuovere lo sviluppo locale anche attraverso la valorizzazione consapevole del patrimonio artistico e culturale di cui gran parte del meridione è ricco".

Il progetto di quest'anno propone una serie di miglioramenti organizzativi e di programma con l'obiettivo di richiamare l'interesse dei siciliani e dei turisti in visita in Sicilia nei luoghi dell'area iblea siracusana, e di far incontrare i giovani locali con altri giovani provenienti da tutto il mondo per un proficuo scambio di culture.

Fonte: Gazzetta del Sud

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

07 agosto 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia