A Palermo in cinque corsi di laurea arriva il professore manager

È una figura trasversale che mira all'integrazione tra docenti, studenti e strutture amministrative

28 febbraio 2003
Arrivano i manager nelle facoltà per creare un collegamento tra il mondo della didattica e quello delle imprese.

La nuova figura, presente a Palermo dallo scorso ottobre, è stata adottata da cinque corsi di laurea che hanno aderito al progetto Campus One, il progetto nazionale gestito dalla conferenza dei rettori (Crui) nato con lo scopo di monitorare le nuove lauree attivate.

I corsi sono: lingue e culture moderne, ingegneria informatica, pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale, statistica per la gestione e l'analisi dei dati e, infine, scienze ambientali.

Sono cinque donne i manager didattici dell'ateneo palermitano, tutte coordinate da Gaia Colombo. "È una figura trasversale (dice il supervisore) che mira all'integrazione tra docenti, studenti e strutture amministrative. Lo scopo è quello di migliorare il servizio universitario per formare studenti preparati alle offerte del mercato".

Quali sono i compiti dei "nuovi" manager? Competenze gestionali e valutazione completa delle carriere degli studenti. Ma anche rapporti diretti con i docenti per apportare modifiche ai programmi o proporre integrazioni al fine di adeguare la qualità formativa alle richieste del mercato

 Un esempio? Il manager didattico del Corso in Lingue e culture moderne, Roberta Maniaci, ha attivato un laboratorio linguistico abilitato a rilasciare le certificazioni che attestano a livello internazionale la conoscenza di una lingua straniera, conseguibili finora solo presso centri linguistici convenzionati.

In merito ai rapporti con il territorio, invece, è in arrivo una novità.

"Il 21 marzo (continua la Colombo) si insedierà il comitato di indirizzo d'Ateneo: un tavolo composto da 40 membri, quasi tutti esterni e scelti tra i rappresentanti degli enti e delle forze produttive del territorio della Sicilia occidentale.
Il comitato sarà un interlocutore privilegiato, previsto sempre all'interno al progetto Campus One, che terrà anche i contatti con i vari comitati dei corsi di laurea. Con questo organismo si darà finalmente una svolta alla storica distanza tra mondo del lavoro e mondo universitario. E gli studenti potranno fare stage di formazione nelle aziende".

Speriamo

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

28 febbraio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia