Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A Salemi una mostra di ''Antichi strumenti di cancelleria''

Nei locali dell’ex Convento delle Clarisse una mostra sugli antichi strumenti di cancelleria

24 marzo 2005

Si è inaugurata lo scorso 19 marzo nella sede della Biblioteca Comunale, nell'ex convento delle Clarisse, la mostra sul tema ''Antichi strumenti di cancelleria'', ideata e curata dal Direttore della biblioteca Pietro Denaro.

''Ricostruire il 'tempo' del lavoro e nel caso specifico, dello scrivere e del rappresentare - spiega Denaro - significa riconoscere e identificare una memoria delle cose, degli oggetti, degli strumenti che hanno caratterizzato un’epoca e che hanno naturalmente subito un cambiamento e una evoluzione''.
La mostra è divisa in cinque piccole sezioni: ''Disegnare, colorare e scrivere'', ''Il disegno geometrico'', ''Sulla scrivania di una volta…'', ''Quaderni, notes ed eserciziari'', ''Inchiostri, pennini e calamai''.
La mostra si propone di fare conoscere, attraverso oggetti nella maggior parte dei casi non più in uso nelle scuole e negli uffici, in che modo e con quali tempi si lavorava, si scriveva, si disegnava e, seppur parzialmente, ricostruisce l'evoluzione degli strumenti scrittori sostituiti, ormai quasi completamente, dalle moderne tecnologie informatiche.

Il materiale esposto è stato rinvenuto ed acquisito soprattutto in un antico negozio di cancelleria di Trapani, la cartolibreria ''Giarrizzo'', ma anche attraverso prestiti temporanei di persone o associazioni che hanno voluto condividere questa idea di fare rivivere a precedenti generazioni momenti e ricordi passati, oltre a permettere ai giovani di apprendere quali fossero gli antichi strumenti dello scrivere e del rappresentare.

Nell'introduzione alla mostra il sindaco Biagio Mastrantoni scrive: ''La Biblioteca Comunale «Simone Corleo» si conferma come fucina di idee ed iniziative che hanno un duplice scopo; da un lato la sollecitazione di un continuo confronto con il nostro passato, la nostra storia, le tradizioni e, ovviamente, la memoria; dall'altro il tentativo di far rivivere, nel segno della cultura, luoghi e spazi del nostro centro storico. La strada intrapresa mi sembra la più ideale. Nel merito della mostra, va sottolineata invece l'originalità del tema e del materiale esposto. Strumenti di lavoro che sono il pretesto per andare a ritroso nel tempo, e scoprire come sia rintracciabile, anche nei più banali oggetti e nella loro evoluzione pratica o stilistica, il tratto distintivo di un'epoca''

L'assessore al Centro Storico e ai Beni Culturali Salvatore Grillo commenta: ''La mostra rievoca la manualità di un lavoro, la scrittura, e ne svela il corredo di supporti pratici che nel tempo hanno accompagnato il lavoro di impiegati, studenti, professionisti. A guardarli non solo strumenti di lavoro, ma spesso oggetti d'arte, il cui design inevitabilmente richiama a forme e stili del tempo''.

La mostra resterà aperta fino a sabato 26 marzo. Il catalogo (distribuito gratuitamente) contiene dei disegni di Bruno Munari.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 marzo 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia