Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A scuola portatevi le sedie ...

In molti istituti di Palermo servono banchi e sedie per 650 mila euro, il Comune però ne ha disponibili solo 18 mila

06 settembre 2011

Si parlava ieri dei tanti problemi che si dovranno affrontare (e/o subire) nel nuovo anno scolastico che si accinge a cominciare. Il caro libri, l'eterno problema dell'edilizia scolastica, le manifestazioni di piazza, l'incertezza di genitori, studenti e lavoratori della scuola.
Come se tutto ciò non bastasse, in molti istituti scolastici di Palermo (dalla scuola media Pecoraro, alla Garibaldi, alla Maneri allo Sperone così come alla Falcone nel quartiere dello Zen) mancano i banchi e le sedie. Per la precisione, mancano banchi e sedie per una spesa di 650 mila euro. Solo che il  Comune, attualmente, riesce a rispondere solo per 18 mila.
Che dire, quando in una scuola a mancare non è il superfluo ma le strutture d'arredo più importanti quali banchi, sedie ed armadi?
Stando così le cose c'è chi tra gli insegnanti ha rinunciato alla propria cattedra per metterla a disposizione dei propri alunni nell'attesa che qualcosa si sblocchi a livello dell'amministrazione comunale. Insomma dal centro alla periferia il problema si ripete e nell'attesa anche i collaboratori scolastici si improvvisano falegnami cercando di recuperare materiale in disuso, o in qualche modo danneggiato oppure si tenta, come già hanno fatto alcuni presidi, la strada dello sponsor privato.

Complice di queste carenze anche l'incremento delle iscrizioni, almeno in alcuni circoli didattici. "Stiamo cercando di rispondere ai problemi che ci sono - sottolinea Francesca Grisafi, assessore comunale all'Istruzione -. E' vero, abbiamo solo 18 mila euro disponibili, in questo momento con i quali ho già dato mandato per l'acquisto di alcuni armadi, sfruttando un bando di gara aperto, ma le richieste sono tante e sfiorano i 650 mila euro. Ho fatto presente la situazione agli uffici amministrativi che informeranno il sindaco. La speranza è quella di riuscire a trovare almeno 200-300 mila euro per rispondere almeno in parte a questa emergenza. Speriamo di avere già risposte dalla prossima settimana".

[Informazioni tratte da Italpress - Corriere del Mezzogiorno]

- Si rientra a scuola tra mille problemi (Guidasicilia.it, 05/09/11)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 settembre 2011
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia