Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

A Trapani le prime nozze gay in chiesa

La cerimonia che ha unito due donne tedesche è stata celebrata nel tempio dei valdesi

08 giugno 2010

La chiesa valdese di Trapani ha celebrato le prime nozze gay in Sicilia. Protagoniste due donne tedesche, C. H e B. K. E' accaduto lo scorso 7 aprile, ma la notizia è trapelata solo ora. Il rito che ha unito le donne delle chiese luterana e mennonita, è stato celebrato dal pastore Alessandro Esposito. Le spose erano arrivate a bordo di pullman carichi di circa duecento parenti e amici. Il patto nuziale, già validato in Germania con la stipula di una unione civile, è stato benedetto gioiosamente dalla comunità trapanese, tra formule e inni pronunciati in italiano e in tedesco e, in alcuni passaggi, anche in inglese con i testi videoproiettati su uno schermo dietro il pulpito. Niente velo o altri richiami alla tradizione, una sposa indossava un sobrio tailleur grigio scuro mentre la compagna ha optato per un vestito nero a fiori rossi.
E’ la prima volta che in Italia un pastore protestante benedice un matrimonio omosessuale. La "Tavola valdese - ha detto Esposito - il nostro 'esecutivo', ha autorizzato l’unione". "Certamente - ha detto il pastore valdese di Trapani e Marsala - questa ha un valore sotto il profilo ecclesiastico e ritengo civico, ma non possiede effetti civili. Ma anche sotto l’aspetto simbolico credo che la scelta operata dalla nostra comunità sia eloquente e vada senza dubbio nella direzione del pieno riconoscimento dei diritti civili per le coppie omosessuali che auspichiamo e chiediamo".
Esposito ha chiesto a questo punto un pronunciamento ufficiale anche da parte delle chiese battiste e metodiste: "Esistono dei punti fondamentali che concernono il riconoscimento dei diritti umani, tra cui rientra a pieno titolo la differenza di orientamento sessuale e affettivo, rispetto ai quali una spaccatura puo’ e deve essere provocata, con buona pace di quanti questi diritti non intendono riconoscerli".

[Informazioni tratte da Ansa, AGI]

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 giugno 2010
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia