Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Accordo Comune -Regione: 76 milioni di euro per riqualificare le periferie

14 dicembre 2005

Circa 90 interventi di riqualificazione, raggruppati in una trentina di progetti, e quasi 76 milioni di euro, tra fondi pubblici (47,4 milioni) e privati (28,3 milioni), per creare nuovi servizi, infrastrutture e spazi pubblici attrezzati nei rioni periferici di San Filippo Neri, Borgo Nuovo e Sperone.
Lo prevede un accordo di programma tra Comune e Regione, i cui contenuti sono stati illustrati nei giorni scorsi dal sindaco Diego Cammarata nel corso di una conferenza stampa a Villa Niscemi. È il definitivo via libera a tre grandi piani pensati per eliminare le situazioni di degrado e migliorare la vivibilità: nel caso dell'ex Zen (San Filippo Neri) si tratta di un Piano integrato di intervento (Pii), mentre gli altri due (Borgo Nuovo e Sperone) sono Programmi di recupero urbano (Pru).

L'intesa rappresenta l'atto conclusivo di un ciclo di conferenze dei servizi durante le quali, nei mesi scorsi, l'Amministrazione comunale ha acquisito tutti i pareri necessari per l'approvazione dei progetti, inclusi quelli in variante al Piano regolatore. Ora il documento passerà in Consiglio comunale per la semplice presa d'atto della variante urbanistica (entro 30 giorni, a pena di decadenza) e poi sarà pubblicato all'albo pretorio.
L'assegnazione dei finanziamenti pubblici (fondi ex Gescal) era stata deliberata dalla Giunta regionale nell'estate del 2000. La stipula dell'accordo ha reso disponibili tutte le somme assegnate e adesso, partendo dagli elaborati preliminari che hanno ottenuto l'ok in conferenza dei servizi, gli uffici comunali potranno definire tutti i piani esecutivi e bandire le gare d'appalto per affidare i lavori.

Si realizzeranno, fra l'altro, giardini, aree per lo svago e per lo sport, svincoli e collegamenti stradali, parcheggi, condutture fognarie. Previsti anche edifici per attività di quartiere e ricreative o con destinazione commerciale, centri per anziani, nuove strutture scolastiche e anche insediamenti turistico-alberghieri.

Comune di Palermo

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

14 dicembre 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia