Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Ad un mese dalla "fine del mondo"...

21/11/12. La presunta profezia dei Maya, tra ironia e leggerezza

22 novembre 2012

Un mese alla fine del mondo: o meglio, 30 giorni alla nefasta profezia, basata su chissà quali calcoli, che prende in esame il calendario dei Maya per prevedere un cataclisma epocale nella giornata del 21 dicembre.
In un gioco da "non è vero ma ci credo", su Twitter  prevale comunque l'ironia in vista dell'infausta ricorrenza. "Un mese alla fine del mondo: avete deciso cosa indossare quel giorno?", chiede un tweet. "Un mese alla fine del mondo e non ho ancora fatto la lista delle cose da fare", si preoccupa un altro utente del web, mentre c'è chi mette le mani avanti: "Un mese alla fine del mondo, ma io sono troppo pigro per morire".

Man mano che si avvicina la data fatidica, "sul web si assiste ad una progressiva correzione di tiro: diversi siti che qualche mese fa spargevano certezze dando la cosa per credibile, adesso sembrano prediligere interpretazioni meno catastrofiche", dice all'Adnkronos Paolo Toselli, tra i più esperti studiosi di leggende metropolitane. "E così in queste settimane molti indirizzi web hanno cominciato a parlare non più della fine del mondo, ma di una fase di passaggio verso un'altra epoca, non necessariamente di carattere negativo". "Non manca chi, nel timore di rovinarsi la reputazione sul web, ha pensato bene di posticipare la fine del mondo, facendoci guadagnare un paio di mesi. Ora c'è chi sul web parla del 15 febbraio, data in cui un asteroide dovrebbe colpire la Terra con effetti devastanti", aggiunge Toselli.

Chi sicuramente avrà da guadagnare dalla ricorrenza (ma perderà di certo in tranquillità) è la cittadinanza di Bugarach, paesino francese finito in balia di seguaci della New Age e apocalittici convinti che il mondo finirà il prossimo 21 dicembre, come profetizzato dal calendario Maya. I meno di duecento abitanti di Bugarach assistono attoniti da qualche tempo alla processione sempre più consistente di persone convinte, chissà per quale diceria diffusasi a livello globale, che quello sia l'unico luogo sulla Terra che scamperà alla distruzione. Più in particolare, a salvarsi sarebbe solo l'area del 'Pech', una montagna di 1.200 metri che sorge da quelle parti. Le leggende si sprecano e indicano la zona come possibile base aliena per gli Ufo o come nascondiglio per l'Arca dell'Alleanza. Ne beneficerà sicuramente il turismo - pare che i pochi posti letto disponibili nell'area siano già andati esauriti - e il mercato dei gadget 'esoterici', ma la quiete del piccolo borgo francese è andata perduta, almeno per un altro mese.

La presunta fine del mondo si rivela anche una preziosa occasione per fare affari sul web. Alcuni siti per collezionisti propongono infatti una serie di dieci autentiche monete messicane (peso gr. 6,5 e diametro mm. 25) decorate con alcuni simboli della tradizione astrologica, offerte in un cofanetto e corredate da un certificato. Le 'monete dell'apocalisse' sono un regalo 'che è la fine del mondo', assicurano i venditori, da acquistare 'prima che sia troppo tardi'. E sperando che i profeti di sventura abbiano sbagliato anche questa volta. [Adnkronos/Ign]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

22 novembre 2012
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia