Affare privatizzazioni

La Regione prevede di incassare quasi 200 milioni di euro dalla vendita di Eas ed Azasi

24 gennaio 2002
La Regione conta di incassare 155 milioni di euro (circa 300 miliardi di lire) dalla privatizzazione dell'Eas, mentre oltre 41 milioni di euro (circa 80 miliardi di lire) dovrebbero giungere dalla vendita dell'Azasi.

Sono due delle cifre contenute nella relazione che l'assessore al Bilancio ha illustrato in commissione Finanze.

Il bilancio prevede un totale delle entrate e delle spese pari a 19.837.981.000 euro (38 mila miliardi): le spese correnti ammontano a 13.636.349.000 euro (oltre 26 mila miliardi), le spese in conto capitale a 5.855.800.000 euro (11 mila miliardi).
Il rimborso di prestiti incide per 345.832 euro (quasi 690 miliardi).

Il quadro non è confortante: previsti tagli, e anche consistenti, sulle spese di funzionamento e sui trasferimenti. Riduzioni, per intenderci, del trenta per cento.

L'assessore riassume così i principali tagli: 150 milioni di euro in meno per il funzionamento degli uffici, 140 milioni di euro in meno per Comuni e Province, i contributi alle imprese (legge 30) diminuiscono di quasi 38 milioni di euro, il capitolo degli Lsu perde 255 milioni di euro, per la pesca 56 milioni di euro in meno, per la società "arte e vita" che si occupa della custodia dei monumenti 16 milioni di euro in meno.
Per i trasporti, infine, taglio da almeno 105 milioni di euro.

Fonte: Gds

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

24 gennaio 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia