Ai primi posti i laureati meridionali sul mercato del lavoro italiano

I laureati presenti sono 2 milioni e 405 mila

10 aprile 2003
Sono 2 milioni e 405 mila i laureati presenti sul mercato del lavoro, il 12,38% degli occupati totali.

Lo rileva un'indagine della Cgia di Mestre.

Rispetto al totale dei laureati sono pochi a Nordest ma molto presenti, nonostante le grandi sacche di disoccupazione, soprattutto al Sud.

Il maggior numero di laureati, in percentuale, spetta al Lazio (16,22% sul totale degli occupati), seguito dalla Calabria (14,31%), con la Sicilia (13,85%) e la Campania (13,18%) che si piazzano al quarto e quinto posto.

Il terzo posto è occupato dalla Liguria con una percentuale di laureati sul totale del 14,05% degli occupati.

In coda almeno due regioni del nord est: Veneto (10,25%) e Trentino Alto Adige (9,74%).

L'analisi Cgia guarda al trend degli ultimi sette anni: a primeggiare sono le regioni del Nordest.

Tra il 1995 e il 2002 la percentuale di crescita dei laureati nel mercato del lavoro ha visto ai primi posti Friuli Venezia Giulia (+ 58,8%), Trentino Alto Adige (+57,7%) e Veneto (+ 56,6%).

Solo la Valle d'Aosta ha fatto meglio registrando, nel periodo analizzato, una crescita del 100%.

Fonte: Ansa

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

10 aprile 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia