Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Aidone (EN) ritorna ricca di tesori

Nei prossimi mesi la Venere di Morgantina e il Tesoro di Eupolemos rientreranno a casa loro

16 novembre 2010

Finalmente la Venere di Morgantina ha trovato casa. Quando a gennaio farà ritorno in Sicilia, il prezioso reperto proveniente dal Paul Getty Museum di Malibu, in California, verrà sistemato al Museo archeologico di Aidone (EN). E non farà tappa a Palermo. Infatti, prima di tornare ad Aidone, nel sito di Morgantina, l'opera d'arte avrebbe dovuto fermarsi a Palazzo dei Normanni per un'esposizione temporanea. Una decisione che aveva scatenato una serie di polemiche. A questo altro viaggio, si erano opposti esperti e il sindaco di Aidone. La popolazione di Aidone era scesa in piazza per manifestare contro la decisione di far sostare la statua a Palermo. Il sindaco di Aidone Filippo Gangi ora è entusiasta: "E' stato riconosciuto un diritto che è quello del ritorno a casa dell'Afrodite, che rappresenta un patrimonio per tutta la provincia di Enna".
"Ora - ha assicurato l'assessore regionale ai Beni culturali, Sebastiano Missineo - bisogna solo definire la sistemazione all'interno del Museo: stiamo valutando se allestire una sala provvisoria oppure predisporre un nuovo padiglione". Inizialmente si era pensato di collocare la statua nella Chiesa di San Domenico, ma vista la mole di visitatori prevista, lo spazio è stato ritenuto inadeguato. "Avevamo pensato di investire i fondi per ristrutturare la chiesa di San Domenico e sistemare lì la Venere - spiega l'assessore Missineo - ma poi abbiamo ritenuto opportuno che la statua venisse sistemata nel Museo, accanto agli acroliti e agli argenti recuperati negli scavi di Morgantina".
Ricordiamo che la statua venne trafugata da Morgantina nella seconda metà del Novecento e venduta al Paul Getty Museum che l'acquistò nel 1988 in un'asta a Londra per 28 miliardi di lire.

Ad Aidone ritorneranno anche, e addirittura prima della Venere, i cosiddetti Argenti di Morgantina: sedici raffinatissimi pezzi d'argento dorato d'epoca ellenistica trafugati 30 anni fa dai tombaroli nelle campagne intorno al capoluogo. Il meraviglioso tesoro rientrerà definitivamente il prossimo 3 dicembre.
I reperti, conosciuti anche come il Tesoro di Eupolemos, furono venduti sottobanco nelle aste clandestine internazionali da esperti d'arte antica e infine acquistati dal Metropolitan Museum di New York nel 1984, dove sono stati esposti fino allo scorso anno. Gli argenti, rientrati in Italia all'inizio del 2010, torneranno ad Aidone dopo una tournée coordinata dall'Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell'Identità Siciliana cominciata la primavera scorsa al Palazzo Massimo di Roma, proseguita al Museo Salinas di Palermo e conclusasi a Shanghai in occasione dell'Expo. Nel museo archeologico di Aidone gli argenti saranno esposti insieme agli Acroliti di Demetra e Kore, tornati in Sicilia nel dicembre, e dalla prossima primavera avranno accanto la Venere di Morgantina.
In programma il prossimo 3 dicembre anche un convegno archeologico internazionale organizzato in collaborazione con il Comune di Aidone e la Soprintendenza di Enna nel corso del quale i maggiori studiosi della storia di Morgantina e dei suoi scavi ripercorreranno le tappe dei vari ritrovamenti.

[Informazioni tratte da Ansa, La Siciliaweb.it]

 

 

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 novembre 2010
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE