Al Comune di Palermo l'albo per la street art "legale"

L'amministrazione comunale del capoluogo apre l'accreditamento ufficiale degli artisti

10 settembre 2019
Al Comune di Palermo l'albo per la street art ''legale''

Opera di Rosk & Loste - ph. Mauro Filippi

[Articolo di Marta Occhipinti - Repubblica/Palermo.it] - Nuovo passo avanti del Comune di Palermo verso la regolarizzazione della street art in città. Dopo l'approvazione in giunta, su proposta del settore Sviluppo strategico, nell'agosto scorso, dei ventotto spazi destinati alla realizzazione di opere temporanee, permanenti o semipermanenti, l'amministrazione apre un albo ufficiale degli street artist.

Opera di Bue2530 - ph. Mauro Filippi
Opera di Bue2530 - ph. Mauro Filippi

Potranno presentare domanda tutti gli artisti maggiorenni, che singolarmente o riuniti in gruppi e associazioni - si legge nell'avviso - abbiano interesse a praticare la street art. L'albo è aperto anche ad artisti minorenni, inseriti in percorsi di alternanza scuola lavoro, a istituti artistici e a studenti che abbiano più di 14 anni, purché autorizzati dai genitori.

Opera di Ricky Lee Gordon - ph. Mauro Filippi
Opera di Ricky Lee Gordon - ph. Mauro Filippi

Le domande potranno essere presentate al Comune via email all'indirizzo marketingterritoriale@comune.palermo.it, con allegati i documenti scaricabili dal sito dell'amministrazione.

Opera di GAB_el - ph. Mauro Filippi
Opera di GAB_el - ph. Mauro Filippi

Un'operazione di lotta al vandalismo murale, secondo il Comune, oltre che "un intervento utile a rendere più facile l'espressione artistica della città", come aveva già dichiarato il sindaco Leoluca Orlando. Ma resta la polemica degli artisti, che lamentano la mancanza di dialogo con l'amministrazione, nonostante i primi tavoli di incontro per la stesura delle linee guida.

Opera di Igor Scalisi Palminteri - ph. Mauro Filippi
Opera di Igor Scalisi Palminteri - ph. Mauro Filippi

Per molti, infatti, si tratta di un'occasione mancata. "Non è mettendo delle regole che si argina il vandalismo - dice l'artista Igor Scalisi Palminteri - serviva piuttosto una chiave propositiva, che non c'è stata. Noi artisti ci siamo sentiti esclusi e questo albo non è di certo una soluzione al miglioramento della street art, che è già stata fondamentale, del resto, per la rigenerazione di quartieri, senza che ci fosse una lista o per di più un albo".

- Un giro per Ballarò, che adesso è anche il quartiere dei murales d'artista (Guidasicilia)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

10 settembre 2019

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia