Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Al Gran Premio di Gran Bretagna trionfa Montoya. Sul podio anche Fernando Alonso

Sesto e settimo posto per le Ferrari di Schumacher e Barrichello

11 luglio 2005

SILVERSTONE (Inghilterra) - Una partenza bruciante e pure Fernando Alonso ha dovuto inchinarsi: oggi a Silverstone era il giorno di Juan Pablo Montoya. Il colombiano ha vinto il quinto GP della carriera tornando al successo dopo un digiuno che durava dal GP del Brasile del 2004, l'ultima gara della scorsa stagione. Per il sudamericano è una vittoria importante perché è la prima con la tuta della McLaren e dimostra che il pilota è ancora capace di belle zampate in un confronto, quello interno con Kimi Raikkonen, comunque molto difficile. Una vittoria importante anche per lo stesso Fernando Alonso che grazie agli 8 punti incamerati oggi con il secondo posto ha compiuto un altro (forse decisivo) passo avanti verso la vittoria del titolo 2005.

Alla vigilia lo spagnolo della Renault aveva ipotizzato una gara in difesa ma a guardare l'andamento della corsa quello di oggi è un risultato che vale oro. Il rivale più vicino in classifica, Raikkonen, si è infatti dovuto accontentare del podio penalizzato come in Francia dal cambio di motore che lo ha relegato 11° al via. Come a Magny-Cours, ha dato vita a una bella rimonta che si è però fermata dietro al rivale iberico. Masticano ancora amaro la Ferrari e Giancarlo Fisichella: il sesto posto di Michael Schumacher e il settimo di Rubens Barrichello testimoniano delle persistenti difficoltà del Cavallino, il romano invece (nuovo spegnimento di motore ai box) ha perso una bella occasione per il podio e ha chiuso quarto.

La gara è stata l'ennesima processione di bolidi senza le emozioni dei sorpassi. Montoya ha fulminato Alonso al via e il duello per la vittoria è stato tutto tra loro e giocato sul filo dei secondi guadagnati e persi nelle rispettive due soste ai box. Il colombiano ha gestito benissimo la corsa ed è sempre rimasto davanti. Dietro di loro inizialmente sono sfilati Jenson Button con la Bar (poi quinto al traguardo), Barrichello, Fisichella, mentre Jarno Trulli, Michael Schumacher e Raikkonen si sono progressivamente staccati.

Tutto è stato deciso dai rifornimenti. I più penalizzati dagli stop sono stati Fisichella e Barrichello. Il romano nella seconda sosta ha spento il motore come già successo in Francia, perdendo così la possibilità del podio. Il brasiliano ha pagato la strategia delle tre soste che lo ha relegato indietro. Il gioco dei pit-stop ha favorito invece la strategia di Raikkonen che pur essendo più carico ha sfruttato una McLaren in gran forma ed è risalito fino al podio. Ma questi due motori rotti in due fine settimana potrebbero aver detto la parola fine sulle speranze iridate del finlandese.  

Fonte: Gazzetta.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 luglio 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia