Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Al via il ''Palio du Pipiu''. Secondo la LAV a Collesano (PA) gareggia il cattivo gusto

11 agosto 2005

La LAV diffida il sindaco di Collesano: animali spaventati e mortificati per uno spettacolo indegno sia per il Paese che per Regione e Provincia che lo sponsorizzano

Anche quest'anno il Comune di Collesano (Palermo) ci riprova con il ''Palio du Pipiu'', una gara di tacchini lanciati in corsa per le vie del paese che già nelle precedenti edizioni aveva suscitato polemiche per i maltrattamenti sugli animali e il valore diseducativo della manifestazione. Con una diffida inviata al Sindaco di Collesano e per conoscenza alla Procura della Repubblica di Termini Imerese, alla Prefettura e Questura di Palermo, alla Stazione dei Carabinieri di Collesano ed all'Azienda USL n.6, la LAV chiede che venga sospeso il palio dei tacchini per le evidenti violazioni della Legge 189/2004 sul maltrattamento degli animali. I tacchini, infatti, vengono costretti a correre dai proprietari nelle strade cittadine con vari metodi (uso di bacchette, urla, schiamazzi, ecc.) che producono agli uccelli uno stato di intollerabile stress e li costringono ad innaturali attività, comportamenti e fatiche del tutto intollerabili per l'animale.
Già nelle scorse edizioni erano stati segnalati alla LAV gravi e ripetuti abusi relativi alla corretta detenzione ed all'impiego degli animali, al loro benessere ed al loro trattamento, ed anche quest'anno dagli stessi cittadini di Collesano ci viene segnalato il pericolo del ripetersi dei maltrattamenti soprattutto durante gli allenamenti dei tacchini e le prove del palio, che avvengono nelle tarde ore notturne quando le strade sono deserte.

Il ''Palio du pipiu'', sospeso lo scorso anno dopo le polemiche di due anni fa, quest'anno è organizzato dal Circolo Sportivo di Collesano ed è stato incredibilmente sponsorizzato non solo dal Comune ma anche dalla Provincia di Palermo, dalla Regione Sicilia, dall'Assessorato regionale Agricoltura e Foreste e, persino, dall'ARS! Un così ampio cartello di Istituzioni sarebbe degno di avvenimenti di un livello culturale ben diverso rispetto a questa triste corsa di animali maltrattati e umiliati! Senza considerare che coi fondi pubblici di questi Enti viene finanziata una manifestazione dai risvolti illeciti, visto che le gare e feste con uso di animali sono vietate dalla Legge 189/2004.
''E' paradossale - afferma Marcella Porpora, coordinatrice regionale della LAV - che Collesano, un paese del Parco delle Madonie dove il solo contesto naturale è già uno spettacolo, per attirare i turisti abbia bisogno di ricorrere a manifestazioni così lesive della dignità di quella stessa natura. Chiediamo al Sindaco di sospendere immediatamente il palio dei tacchini dove a gareggiare è solo il cattivo gusto e la mancanza di rispetto verso gli altri esseri viventi''. ''Invitiamo inoltre gli Enti che sponsorizzano la manifestazione, quali la Provincia, la Regione, l'ARS, - prosegue Porpora - a ponderare meglio le occasioni per le quali concedere il proprio sostegno, riflettendo sulle implicazioni culturali ed etiche di certe manifestazioni come questa di Collesano che, organizzate per ottenere facili consensi popolari, stimolano piuttosto reazioni di sdegno nelle persone più sensibili e fra i turisti''.

- www.lavpalermo.it

- www.lav.it

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

11 agosto 2005
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia