Al via la Settimana della Cultura, mostre e musei aperti gratuitamente

Fino all'11 maggio l'acqua e il mare sono protagonisti

05 maggio 2003
Fino all'11 maggio, l'Assessorato alla Cultura della città di Palermo propone una serie di eventi che esaltano il legame storico-artistico-ambientale della nostra città ma anche di tutta la Sicilia.

Il mare diventa protagonista, di spazi espositivi aperti gratuitamente  per quanto riguarda la mostra che ha come titolo "la città e il mare" presso la Galleria d'Arte Moderna: non a caso l'antico nome di Palermo - i greci la definirono Panormos, tutto porto - grazie alla sua posizione strategica per il commercio ispirò anche famosi  poeti ed artisti.

Nelle sale della Galleria è stato organizzato un percorso espositivo di circa trenta opere che hanno come tema principale il mare e che sono state realizzate da pittori che hanno operato nel corso del XIX secolo come Lo Jacono e Leto. 

Da accostare certamente a questa iniziativa le tre mostre fotografiche sul rapporto tra Palermo e il mare, allestite all'Arsenale Borbonico, ai Cantieri Culturali della Zisa e presso lo Stand Florio.

La scelta di sedi diverse per lo svolgersi delle diverse mostre non è data a caso ma si svolge attraverso un percorso che permette al turista o all'appassionato di poter ammirare alcuni dei diversi "luoghi simbolo"della città di Palermo.

Chi lo desiderasse può ammirare la mostra sulle famosissime ceramiche di Collegano al museo Pitrè.

Da segnalare inoltre la mostra fotografica, curata da "Salvare Palermo" e allestita alla Biblioteca Comunale, sul bombardamento della città da parte dell'aviazione americana avvenuta il 9 maggio del 1943.

Sempre in occasione del Settimana della Cultura, segnaliamo la giornata dedicata ai Florio che ha come titolo appunto "La Palermo dei Florio".  Venerdì 9 maggio, presso l'Archivio storico a Palazzo Ziino dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30, si svolgerà una "giornata studio" sulla storia della famiglia Florio in Sicilia. Fra i principali mecenati degli anni che vanno dalla fine dell'800 e l'inizio del '900, famiglia di imprenditori, hanno avuto un ruolo centrale per lo sviluppo culturale ed economico dell'Isola.

Quest'ultimo evento anticipa la mostra che si svolgerà a fine maggio, sempre a Palazzo Ziino, e che sarà intitolata "Vincenzo Florio. Il gusto della modernità".

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 maggio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia