Al via nelle scuole italiane l'assunzione per 60mila ''precari storici'': 50.000 docenti e 10.000 Ata

05 luglio 2007

Al via 60.000 assunzioni nella scuola. Ieri il ministro della Pubblica Istruzione, Giuseppe Fioroni, ha firmato il decreto che prevede l'immissione in ruolo di 50.000 docenti e 10.000 Ata (ausiliari, tecnici e amministrativi). L'obiettivo è dare ''un'adeguata soluzione'' al fenomeno del precariato.
I 60.000 sono ''tutti precari storici, con il conseguente e sensibile abbassamento - fanno notare dal ministero - dell'età media del personale e la garanzia di una maggiore funzionalità degli assetti scolastici''. ''Il contingente - si legge in una nota divulgata da Viale Trastevere - viene ripartito tra ordini e gradi di scuola, posti di insegnamento e profili professionali a livello provinciale delegando ai Direttori regionali l'emanazione delle conseguenti nomine in ruolo che dovranno essere effettuate entro il 31 luglio per garantire il regolare avvio del prossimo anno scolastico. Con il decreto, inoltre, viene resa operativa, relativamente alla prima tranche di nomine, la norma della legge finanziaria che prevede la definizione di un piano triennale di assunzioni a tempo indeterminato per gli anni 2007-2009''.

Oltre alle assunzioni, il decreto contiene anche altre importanti novità, come quella che riguarda il meccanismo di reclutamento, che punterà ad assumere esclusivamente insegnanti non di ruolo: fino ad ora, infatti, molti degli assunti, iscritti nelle liste dei precari, erano in realtà già di ruolo in un altro grado di istruzione o in un'altra cattedra, questo danneggiava i veri precari che spesso si vedevano soffiare il posto da un collega più anziano e per di più di ruolo.

Le assunzioni interesseranno tutta l'Italia, ma saranno Lombardia, Campania e Sicilia le regioni che faranno man bassa di cattedre. In Lombardia andranno 7.381 cattedre e in Campania 5.635. Ma è tutto il Nord che si accaparra la fetta più grossa di immissioni in ruolo con quasi 21 mila posti, al Centro ne andranno quasi 10 mila e poco più di 19 mila in ben otto regioni meridionali.
I contingenti delle nomine dei docenti per ogni ordine e grado di scuola sono i seguenti: infanzia 6.148, primaria 12.066; secondaria I grado 12.692, secondaria II grado 13.422; sostegno 5.387; personale educativo 285.

- il decreto del Ministero della Pubblica Istruzione

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

05 luglio 2007

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia