Allarme Prestito d'onore

Esauriti i fondi e bloccati i corsi di formazione per l'avvio di nuove attività imprenditoriali

06 giugno 2002
I fondi si sono esauriti e quindi sono stati congelati i prestiti d'onore.

Questo in sostanza il senso della circolare arrivata alla sede siciliana di Sviluppo Italia dal ministero del Tesoro (vice ministro Gianfranco Miccichè).

Per 1.100 ragazzi, ammessi alla concessione dei fondi per l'avvio di un'attività imprenditoriale, non sono neanche partiti i corsi di formazione previsti per il 10 e il 20 maggio.

Allarme soprattutto tra i 600 giovani siciliani che proprio nelle settimane scorse hanno completato il corso iniziato ai primi di maggio, e che attenderebbero ora l'attestato indispensabile per ottenere il finanziamento.

Problemi non solo perché i 30 mila euro destinati ad ognuno degli aspiranti imprenditori non arriveranno, ma soprattutto perché quei ragazzi avevano già sostenuto delle spese per le ristrutturazione delle sedi, l'apertura della partita Iva, l'affitto dei locali.

In tutta la Sicilia, gli ammessi al prestito d'onore per il 2002 sono stati 1.700, dopo una selezione tra circa 5 mila istanze.
A loro erano destinati circa 51 milioni di euro. Per ogni giovane lo Stato mette a disposizione 10 mila euro a fondo perduto, 15 mila in conto interessi e 5 mila erogati in cinque anni per le spese di gestione.

Negli anni scorsi i provvedimenti introdotti dal governo, proprio nell'Isola sono stati un successo. La  Sicilia è stata la seconda regione per numero di prestiti erogati.

Molti dei  1.700 ragazzi rimasti con un pugno di mosche si sono rivolti alle prefetture dell'Isola per chiedere conto dei soldi promessi, altri minacciano azioni legali.

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

06 giugno 2002

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia