Allarme Sars anche in Sicilia

Cresce la preoccupazione nell'opinione pubblica e l'attenzione dei responsabili della Sanità

08 maggio 2003
Emergenza Sars anche in Sicilia: un caso sospetto a Catania e un affare di miliardi di euro andato in fumo ad Enna. È bastato che un extracomunitario si sentisse male in una nota piazza della città etnea ed è scoppiato il panico.
Il giovane, dopo le prime cure del caso, nel dubbio, è stato trasportato in un centro di infettologia di Catania.

La paura del contagio del virus ferma però anche lo sviluppo commerciale dell'Isola e sfumano gli accordi tra lo stabilimento Sipem che produce tubi da utilizzare per la realizzazione di grandi condotte e una multinazionale tailandese che, proprio nei giorni scorsi, aveva firmato un accordo per la fornitura di un certo quantitativo di materiale.

A rimetterci saranno soprattutto i dipendenti della Ditta che saranno licenziati. La situazione per la Sipem e per quanti vi lavorano, aggiungono i sindacati, si è aggravata ulteriormente visto che da qualche mese 70 operai sono stati messi in cassa integrazione e la stessa fabbrica rischia la chiusura.

Ed è allarme Sars anche a Ragusa, dove l'imminente arrivo dei primi lavoratori cinesi, che saranno in tutto 114 e che devono eseguire gli interventi di ristrutturazione nel cementificio Colacem di Ragusa ha messo in agitazione la popolazione.
I tecnici provenienti dalla provincia di Hebei alloggeranno nello stabilimento Colacem della zona industriale di Modica-Pozzallo.

I movimenti politici "Prospettive" e "Nuove Prospettive" di Pozzallo hanno promosso un incontro aperto alla cittadinanza e preparato un documento, che sarà diffuso in città tramite volantini.
"La decisione della Colacem non può essere condivisa dai cittadini di Pozzallo - sostengono i due Movimenti - per i pericoli di contagio che la Sars comporta".  

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

08 maggio 2003

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia