Crea gratis la tua vetrina su Guidasicilia

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Almeno non è morto nessuno...

Botti di Capodanno, in Sicilia feriti e ustionati ma nessuno in pericolo di vita

04 gennaio 2016

Le ordinanze anti-botti firmate un po' da tutti i sindaci siciliani, hanno sortito qualcuno degli effetti sperati. I botti ci sono stati, molto meno rispetto agli anni passati, ma non si sono registrati danni e vittime gravi.
A Catania, ad esempio, il bilancio dei botti sparati per Capodanno è stato di dodici i feriti, sei dei quali ricoverati con la prognosi riservata, ma nessuno in pericolo di vita. Tra i casi più gravi un quindicenne al quale sono state amputate tre dita della mano sinistra, un 47enne che ha perso l'occhio destro mentre a un egiziano di 20 anni un petardo ha ustionato in maniera grave il piede destro. I pazienti più gravi sono ricoverati nell'ospedale Cannizzaro.

Diversi i feriti finiti negli ospedali di Palermo. Quattro bambini tra i 5 e i 10 anni sono stati trasportati all'ospedale Civico di Palermo per gravi lesioni dopo lo scoppio di un petardo. L'esplosione ha provocato ferite molto gravi soprattutto a due bambini di 9 e 10 anni, al più piccolo i medici hanno amputato la mano, il secondo rischia di perdere un occhio. Sull'incidente indagano i carabinieri che hanno fatto la segnalazione al sostituto procuratore di turno che dovrà valutare se procedere nei confronti dei genitori.
Un tunisino di 42 anni residente a Racalmuto (Ag) è stato trasferito dall'ospedale di Canicattì all'ospedale Civico per le ferite gravi riportate all'occhio e alla mano destra. Un ragazzo di 17 anni residente in via Mozambico è stato soccorso all'ospedale Policlinico con ferite alla mano sinistra, al gluteo e alla coscia.
Al pronto soccorso dell'ospedale Civico si sono presentati altri quattro. Un giovane di 27 anni residente in Corso Pisani è stato ricoverato nel reparto di ortopedia a causa di una ferita provocata alla gamba da un petardo artigianale. Un ragazzo di 14 anni residente in via Sferracavallo è rimasto ferito all'occhio da un petardo. Un altro giovane di 27 anni residente in via Giannettino è stato medicato per ferite alla mano e agli occhi e infine un uomo di 31 anni residente a Santa Flavia (Pa) in via Falcone è stato soccorso per ustioni alla mano e al volto.

A Messina un giovane è rimasto gravemente ferito con un petardo che gli è esploso in mano, e ha perso due dita. Un altro ragazzo sparando con una pistola a salve si è ferito gravemente a un dito di una mano. Un petardo inoltre è esploso nei pressi di un supermercato, innescando un incendio poi domato dai vigili del fuoco.

Sono tre, tutti residenti a Racalmuto (Ag), di cui uno in gravi condizioni, i feriti a causa di botti in provincia di Agrigento. Oltre al tunisino di 42 anni, trasferito al reparto di Chirurgia plastica dell'ospedale Civico di Palermo, ferito al volto, a causa delle schegge, un ventenne che era accanto al tunisino al momento della deflagrazione. Un altro racalmutese quarantenne ha riportato ustioni, giudicate guaribili in 21 giorni, alla mano destra ed è stato soccorso dai medici dell'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento.

- Un Capodanno senza botti (Guidasicilia.it, 29/12/15)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

04 gennaio 2016
Caricamento commenti in corso...

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia