Ammissione americana

Il Pentagono: ''Il fosforo bianco non è un'arma chimica e neppure illegale, serve solo per stanare il nemico''

16 novembre 2005

L'America ha ammesso di aver utilizzato il fosforo bianco nella battaglia del 4 novembre 2004 contro i ribelli iracheni di Falluja. La vicenda era emersa dopo un servizio di RaiNews 24 che aveva raccolto le rivelazioni di alcuni militari americani che hanno prestato servizio in Iraq.
Un ammissione che però non chiede scusa, ma addirittura giustifica l'operato dell'esercito.
''L'abbiamo utilizzato come arma incendiaria contro combattenti nemici'', ha dichiarato, rispondendo alle domande della tv britannica Bbc, il tenente colonnello Barry Venable. ''Il fosforo bianco è un'arma convenzionale, non è un'arma chimica. Non è illegale'', ha aggiunto l'ufficiale. ''Noi l'utilizziamo in primo luogo come agente oscurante, per cortine fumogene o per illuminare obiettivi'', ha detto ancora il portavoce. ''È comunque un'arma incendiaria, che può essere utilizzata contro combattenti nemici'', ha aggiunto.

Il tenente colonnello Venable ha poi spiegato alla Bbc la tecnica di impiego del fosforo bianco usata a Falluja. ''Quando hai forze nemiche al riparo, la tua artiglieria con cariche potenti non ha effetto e vuoi stanarle dalle loro posizioni, una delle tecniche è sparare fosforo bianco. Gli effetti combinati del fuoco e del fumo, e in alcuni casi il terrore causato dall'esplosione, le faranno uscire dai ripari, in modo che tu possa ucciderle con esplosivi potenti''.
Il militare americano ha precisato inoltre che questo tipo di esplosivo non è stato usato contro i civili e ha fatto riferimento ad un articolo, pubblicato nel numero di marzo-aprile 2005, della rivista Army's Field Artillery, una pubblicazione ufficiale, in cui veterani di Falluja spiegano che il fosforo bianco ''ha dimostrato di essere una munizione efficace e versatile''. Gli autori dell'articolo riconoscono di averlo utilizzato in combattimento, ''come una potente arma psicologica contro i rivoltosi... nelle trincee quando non eravamo in grado di ottenere risultati effettivi con gli esplosivi'' più potenti. Secondo i militari in questione, a Falluja non incontrarono praticamente nessun civile. Sulla denuncia di RaiNews24, l'ambasciatore americano a Londra Robert Tuttle, in una lettera pubblicata nei giorni scorsi dal quotidiano britannico Independent, ha sostenuto: ''Le forze americane non utilizzano napalm né fosforo bianco come arma''.

Le parole dell'esercito americano, dei vertici dell'esercito americano, spiegano quindi che il fosforo bianco e il suo utilizzo rientra nell'uso intelligente dell'attacco, un'offensiva militare meditata. Armi intelligenti, per un utilizzo intelligente.
Il documentario di RaiNews24 mostra immagini di corpi recuperati al termine della battaglia dalle truppe Usa, che mostrerebbero l'uso di fosforo bianco contro uomini, donne e bambini, morti carbonizzati, e la testimonianza di Jeff Englehart, che si è identificato come un ex soldato della 1ma divisione di fanteria Usa in Iraq, secondo cui ''il fosforo bianco uccide indiscriminatamente''.
Le forze Usa in Iraq negano di aver impiegato questa sostanza contro civili.
Hanno confermato invece di avere lanciato bombe incendiarie MK 77 contro obiettivi militari in Iraq nel marzo e nell'aprile 2003.
L'uso di armi incendiarie contro civili è stato bandito dalla Convenzione di Ginevra dal 1980, ma gli Usa non hanno firmato il relativo protocollo.


- Fosforo bianco su Falluja (Guida Sicilia)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

16 novembre 2005

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia