Anche l'Arco della Zisa è pericolante!

Dopo la "Gancia" è il secondo sequestro in due giorni operato dagli agenti della polizia municipale

26 novembre 2010

È il secondo sequestro in due giorni operato dagli agenti del nucleo tutela patrimonio artistico della polizia municipale di Palermo: dopo il sequestro della chiesa della "Gancia", per il rischio di crolli, i caschi binchi hanno posto i sigilli, per la stessa ragione, all'Arco della Zisa, sottoposto a vincolo monumentale. Il provvedimento è stato firmato dal Gip Riccardo Ricciardi su richiesta del pm Amelia Luise.
I conci di tufo dell'arcata sono quasi del tutto divelti, compromettendo la staticità del monumento. Secondo il Nucleo tutela patrimonio artistico dei vigili urbani, che indaga per individuare i responsabili dell'omessa manutenzione, la situazione dell'Arco della Zisa è particolarmente pericolosa anche perché l'omonima strada sottostante è trafficata e vi possono accedere persino i mezzi pesanti, che qualche volta collidono con l'arcata. I vigili hanno quindi bloccato la circolazione e il traffico è stato dirottato sulla parallela via Eugenio L'Emiro.
L'Arco si trova accanto al Castello e ai giardini della Zisa (nella foto), un complesso monumentale risalente al XII secolo, parzialmente restaurato qualche anno fa.

- Chiusa la Gancia: a rischio crollo (Guidasicilia.it, 25/11/10)

Condividi, commenta, parla ai tuoi amici.

26 novembre 2010

Ti potrebbero interessare anche

Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia
Registra la tua azienda su Guidasicilia